Fox e Nbc lanciano Hulu.com

È nato un nuovo progetto di web 2

da , il

    La home page di Hulu

    E’ nato Hulu, un progetto televisivo per il Web 2.0 promosso da due dei maggiori network Usa, Fox e Nbc. A disposizione degli utenti web film, fiction ed estratti delle trasmissioni più popolari. Il servizio intende erodere pubblico a You Tube, ma al momento è fruibile solo negli Stati Uniti.

    Dopo 18 mesi di test il servizio è stato ufficialmente verato negli scorsi giorni. Hulu.com promette agli utenti Hulu di poter usufruire di un vasto catalogo di serie tv (da A-Team e Fantasilandia a Scrubs e Prison Break, passando per I Simpson e I Griffin), di un’ampia library di film della MgM, Sony e Warner Bros e di offrire eventi sportivi di primo piano grazie agli accordi presi con la National Basket Association (NBA) e con la National Hockey League (NHL).

    Il portale, configurato come una piattaforma web 2.0, fonda i propri ricavi dalla pubblicità on line: i guadagni saranno quindi in funzione del numero degli utenti che si collegheranno al sito, i cui contenuti non sono però visibili al di fuori dei confini statunitensi. Un gap importante, che non si sa se e quando sarà colmato. Il successo del progetto non è quindi garantito, sebbene siano coivolti le aziende leader del web, come AOL, MSN e Yahoo!, cui potrebbero aggiungersi altri produttori di contenuti come la CBS e Disney.

    Di fatto www.hulu.com nasce in un momento di grande preoccupazione per gli esperti della comunicazione on line. Alcuni recenti articoli, ripresi tra l’altro da Repubblica proprio ieri, sottolineano le future difficoltà della rete a sostenere i carichi di traffico e di dati aumentati esponenzialmente negli ultimi anni anche grazie (o a causa) dei materiali audiovisivi sempre più numerosi sul Web. Per dare un dato, da solo You Tube ha consumato lo scorso anno più banda larga dell’intero traffico su internet nel 2000.

    Si aprono quindi nuove sfide per le infrastrutture, non solo per i content provider, ma non crediamo davvero possibile il collasso di Internet, anzi ci auguriamo che preso i servizi di Hulu siano disponibili anche da noi.