Flop tv 2013-2014: i programmi e i conduttori che hanno fallito quest’anno

Flop tv 2013-2014: i programmi e i conduttori che hanno fallito quest’anno

I flop tv della stagione 2013/2014: da Salvo Sottile a Radio Belva, senza dimenticare gli esperimenti falliti della Rai3 di Andrea Vianello

    In attesa della primavera, è tempo dei primi bilanci sui flop della stagione tv 2013/2014: quali sono state le delusioni più cocenti del piccolo schermo in questi mesi? Da Rai1 a La7, passando per Rai3 e Rete4, siamo andati alla ricerca dei fallimenti televisivi di questa stagione. Scopriteli insieme a noi dopo il salto.

    Su Rai1, le delusioni più grandi sono arrivate da La vita in diretta, in perenne sofferenza contro Pomeriggio Cinque: Paola Perego e Franco Di Mare sono giustificati dalla differenza di traino (Verdetto Finale su Rai1 non arriva al 15% di share, mentre la D’Urso raccoglie il testimone da Il Segreto, che negli ultimi giorni ha sempre superato il 30%), ma ciò non basta per archiviare come se nulla fosse i bassi ascolti del pomeriggio feriale della rete di Giancarlo Leone. Leone che, tra l’altro, ha dovuto incassare anche i flop di Mission.

    Su Rai3, le cose non sono andate meglio per Andrea Vianello: le difficoltà di un telefilm come Newsroom si sono abbinate alla crisi di Presadiretta, penalizzato dalla collocazione del lunedì. Meglio stendere un velo pietoso, poi, su Masterpiece, che in queste settimane arriva a malapena a toccare il 2%.

    Dalla Rai a Mediaset, dove il flop più clamoroso è stato quello di Radio Belva: il programma di Rete4 condotto da Giuseppe Cruciani e David Parenzo è durato solo una puntata, a causa degli ascolti non eccezionali ma soprattutto della trash-volgarità che l’ha caratterizzato. Si era parlato di uno spostamento su Italia 1, ma non se ne è più fatto nulla.

    Per quel che riguarda Canale 5, ha deluso molto la fiction I segreti di Borgo Larici: da più parti indicata come una sorta di Dowtown Abbey all’italiana, ne ha ripercorso solo le sfortune dal punto di vista dell’audience (visto che anche l’originale trasmesso su Rete4 è andato male). Improbabile se ne programmi una nuova stagione.

    Infine, eccoci a La7, la rete che più di tutte ha mutato aspetto rispetto all’anno passato. Il pomeriggio del canale diretto da Paolo Ruffini avrebbe dovuto accogliere Rita Dalla Chiesa, ma la sua trasmissione non ha mai visto la luce. Il simbolo dei flop di La7 è stato, invece, Salvo Sottile: il suo Linea Gialla ha chiuso dopo aver cercato di mutare colore e forma, virando dalla cronaca nera alla cronaca multicolore. Non solo: Sottile è stato anche protagonista – pentito – di Miss Italia, da lui stesso sbugiardata in diretta via Twitter.

    E voi che ne pensate? Quali sono stati gli altri flop in tv nel 2013 e nel 2014?

    486