Flop per Linea gialla su La7, Salvo Sottile cambia il format e trasloca alla domenica

Flop per Linea gialla su La7, Salvo Sottile cambia il format e trasloca alla domenica

La7, per risollevare i pessimi ascolti di Linea gialla, ha deciso di spostare il programma di Salvo Sottile alla domenica

    L’inaspettato flop di Linea gialla, precipitato a un misero 2% di share, cambia le carte in tavola per La7: la rete di Urbano Cairo ha deciso di spostare il programma di Salvo Sottile dal martedì alla domenica. Verrà aggiornato anche il format della trasmissione, che si concentrerà meno sulle inchieste e più sulla cronaca nera. Sottile riproporrà un Quarto grado in salsa La7?

    Lo scarso interesse mostrato verso i programmi di informazione in questo inizio di stagione dai telespettatori ha mietuto una prima vittima: si tratta di Linea gialla di Salvo Sottile. Il flop arriva decisamente inaspettato, vista la decisione con cui Urbano Cairo lo aveva strappato a Mediaset: l’arrivo di Sottile a La7 aveva fatto molto rumore la scorsa estate, dopo il polemico addio al Biscione.

    Linea gialla non ha, però, fin da subito, incontrato i favori del pubblico (e della critica): dal mezzo milione scarso di telespettatori della prima puntata si è passato ai 421.000 dell’ultima, con uno share in picchiata verso il 2%. Davvero troppo poco per evitare che la direzione di rete non intervenisse, nonostante il programma goda della fiducia di Urbano Cairo.

    Tuttavia Sottile si salva per il rotto della cuffia: il suo programma non verrà cancellato, ma solo spostato di palinsesto, dalla prima serata del martedì a quella della domenica.

    Linea gialla, però, subirà delle importanti modifiche editoriali: da programma in cui la cronaca era solo la chiave di letture per presentare inchieste a tutto campo, la trasmissione si focalizzerà di più sulla cronaca nera. A questo punto le sfide per Salvo Sottile diventano due: evitare di affondare completamente (e già questo sarà molto difficile, vista la concorrenza spietata della domenica sera tra Io canto, Che tempo che fa e la fiction di Rai 1) e, nel caso ci riesca, evitare di fossilizzarsi nel ruolo di cupo presentatore di cronaca nera, visto che la nuova versione di Linea gialla, almeno sulla carta, assomiglia terribilmente al suo vecchio Quarto grado.

    390