FlashForward debutta in Italia: appuntamento su Fox alle 21.10

Con meno di due settimane di ritardo rispetto alla messa in onda americana - dove al debutto ha registrato oltre 12 milioni di telespettatori - arriva in Italia FlashForward, la nuova serie targata Abc fin da subito definita l'erede di Lost, tanto da essere lanciata nel corso della centesima puntata

da , il

    Con meno di due settimane di ritardo rispetto alla messa in onda americana – dove al debutto ha registrato oltre 12 milioni di telespettatori – arriva in Italia FlashForward, la nuova serie targata Abc fin da subito definita l’erede di Lost, tanto da essere lanciata nel corso della centesima puntata della serie creata da JJ Abrams.

    FlashForward, vagamente basata sul romanzo di Robert J. Sawyer “Avanti nel tempo”, comincia un giorno qualunque di settembre quando, senza preavviso, tutte le persone della Terra hanno un blackout di due minuti e diciassette secondi durante i quali vedono una serie di eventi del proprio futuro, di lì a sei mesi.

    Ad indagare sulle cause del misterioso evento gli agenti dell’FBI Joseph Fiennes (Mark Benford), e John Cho (Demetri Noh), ma nel cast della serie ci sono anche Jack Davenport, Peyton List , Zachary Knighton, Courtney B. Vance, Brian F. O’Byrne, Sonya Walge, Christine Woods e l’ex Charlie Pace di Lost Dominc Monaghan, un misterioso personaggio di nome Simon, descritto come uno in grado di scompigliare i giochi e di mandare all’aria un sacco di cose.

    La serie, creata da Brannon Braga e David S. Goyer, è basata sul libro di Robert J. Sawyer, ma laddove i protagonisti del romanzo vedono il loro futuro da lì a 20 anni, nella serie invece si va avanti di soli 6 mesi, il tutto per dare allo show un senso di realtà: i protagonisti di Flash Forward scopriranno cosa succede il 29 aprile del 2010, che poi sarebbe il giorno in cui – in America – andrà in onda l’episodio che chiude la prima stagione.

    Lo showha anticipato Marc Guggenheim, produttore esecutivoè molto semplice: i personaggi hanno una visione del loro futuro e dovranno fare i conti con le conseguenze, con quello che hanno imparato dai loro flash-forwards. Quindi la domanda principale dello show è, se conoscessi il tuo futuro, cosa faresti? Tenteresti di cambiarlo, di farlo accadere? Ma soprattutto, la tua interpretazione del futuro è corretta? Flash Forward mette ogni singolo personaggio in condizione di sapere il suo futuro…e di vedere cosa succederà poi“.

    Come già in Lost, anche qui c’è un sito web in cui schiarirsi le idee (…): si tratta di Join The Mosaic, che poi sarebbe il sito in cui – nel telefilm – tutti postano le loro premonizioni avute nel blackout. E mentre in Lost avevamo a che fare con un orso polare, qui c’è un canguro che vedremo sin dalla premiere e che tornerà anche in altri episodi – ma non ci è dato sapere perché, senza dimentica la misteriosa organizzazione Red Panda – For a Better Tomorrow (sarà la nuova Dharma?)

    Due chicche via Antonio Genna, secondo quanto riportato nel suo blog una trasmissione così anticipata significa che la FlashForward seguirà la pausa invernale della programmazione Usa, tornando quindi su Fox dal febbraio 2010 sempre di lunedì sera, in accoppiata con gli inediti della sesta ed ultima stagione inedita di Lost, anch’essi trasmessi “a distanza ravvicinata” con ABC.

    Quanto al doppiaggio, se pensate “oddio, con così pochi giorni sai che schifo di traduzioni”, ebbene Genna ha intervistato Carlo Cosolo, direttore di doppiaggio di “FlashForward”, che ha spiegato come “disponiamo dei materiali preliminari dal sabato mattina precedente alla messa in onda americana, che è giovedì sera ora di Los Angeles“, fermo restando che “io non so che cosa succede dal”episodio 3 all’episodio 4, figuriamoci dal 3 al 13. E l’Inglese non è esattamente una lingua univoca, e la traduzione spesso ha bisogno di un contesto che magari all’episodio 3 ancora non ho. Non solo: non ho idea, a parte i personaggi evidentemente fissi e altri ricorrenti, se un personaggio che dice tre parole nell’episodio 3 diventerà protagonista nell’episodio 7, e magari devo distribuire una voce su un’ombra che pronuncia 4 parole. È chiaro che questo è un bel rischio, e, secondo me, è questa la vera sfida di quest’operazione“.

    Questa, infine, la lista dei doppiatori di FlashForward, una delle poche serie che ha non una, ma due date di scadenza: se sarà un successo, la vedremo per sette anni, mentre se farà flop dovremmo vederla almeno per tre stagioni, perché – sceneggiatori/creatori dixit – il finale/finale ha bisogno di almeno due stagioni per funzionare. (I video promozionali dopo la lista)

    * Joseph Fiennes (Mark Benford) è doppiato da Fabio Boccanera;

    * John Cho (Demetri Noh) da Gianfranco Miranda;

    * Sonya Walger (Olivia Benford) da Roberta Greganti (che già doppiava l’attrice in Lost);

    * Jack Davenport (Lloyd Simcoe) da Francesco Prando;

    * Zachary Knighton (Bryce Varley) da Stefano Crescentini;

    * Peyton List (Nicole Kirby) da Francesca Manicone;

    * Brían F. O’Byrne (Aaron Stark) da Danilo De Girolamo;

    * Courtney B. Vance (Stanford Wedeck) da Stefano Mondini;

    * Christine Woods (Janis Hawk) da Ilaria Latini.

    Flash Forward – Promo Italiano FOX

    FlashForwad – HD VIDEO INTRODUZIONE SU Fox Italia

    Promo inglese – Dominic Monaghan in FlashForward