Fiorello telefona in diretta a L’Arena e smentisce l’ospitata di Berlusconi: ‘Faccio varietà, non satira’

Manca una settimana al debutto di Fiorello su RaiUno e lo showman telefona in diretta a L'Arena di Giletti per smentire la partecipazione di Berlusconi al suo show

da , il

    Manca una settina al debutto su RaiUno de Il Più Grande Spettacolo Dopo il Weekend, il nuovo show di Fiorello che animerà il lunedì sera a partire dal 14 novembre. E visto che l’attesa si fa sempre più febbrile, Massimo Giletti da L’Arena ne ‘approfitta’ per mettere in giro ‘voci false e tendeziose’ sulla possibile partecipazione di Silvio Berlusconi nello show di Fiore. Prima che il tormentone ‘Berlusconi sì, Berlusconi no’ diventasse lo slogan della vigilia, Fiorello ha telefonato in diretta a Giletti: Ma che state dicendo? Non ci saranno politici. Beh, ma forse Berlusconi sì…

    Dopo essersi ampiamente dedicato all’alluvione di Genova (a proposito, mai che nessuno riesca a finire una frase nei talk di Giletti), L’Arena di Massimo Giletti ha alleggerito i toni lanciando il nuovo show di Fiorello, Il Più Grande Spettacolo Dopo il Weekend, che partirà solo lunedì prossimo, 14 novembre. Per l’occasione Giletti e Fiorello avevano registrato una video-intervista, nella quale Fiore scherzava sulla possibilità di avere tra i suoi ospiti Valter Lavitola (vera rivelazione di questa stagione dopo l’intervista concessa a Enrico Mentana e la partecipazione a Servizio Pubblico), pronto a farsi arrestare in diretta.

    Al termine del video, spazio al dibattito, con l’potesi lanciata da Giletti che Silvio Berlusconi potesse essere ospite di Fiore nella prima o nella seconda puntata. Fiorello, al lavoro con il suo staff per mettere a punto il programma, non ce la fa e telefona in diretta, smentendo la partecipazione del premier. Il mio è un varietà, tutto lustrini e paillettes. Non ci saranno politici: se puntassi tutto sulla satira, arriverei ultimo. Il pubblico non si aspetta questo da me, la satira la fanno altri, il re è Corrado Guzzanti, dice Fiore, che poi aggiunge: Fare oggi satira con i nostri politici non è difficile visto che sono ovunque. Era difficile ai tempi di Tognazzi e Vianello, quando si vedevano solo alle tribune politiche. E poi – chiosa lo showman - ti pare che Berlusconi ha il tempo di venire da me quando deve fare promozione al disco di Apicella? Niente politica, viva il varietà!. questo lo ‘slogan di Fiore, che ha più volte sottolineato come sia lui stesso a non volere politici nel suo show. Che poi ci scappi qualche battuta, beh sì, questo il pubblico se lo aspetta.

    Intanto Fiore è al lavoro, come dimostra l’ultimo video postato su Twitter, che vi proponiamo in basso.

    Non potendo provare nello studio 5 di Cinecittà, al momento inagibile per lavori, il gruppo si ritrova nel proprio quartier generale, sistemando gli ospiti nelle quattro serate disponibili. Lunedì 14 tocca a Novak Djokovic, amico di Fiore e ormai suo ‘portafortuna’ televisivo, Giorgia e i Negramaro. Nella seconda, fissata il 21 novembre, ci saranno, invece, Michael Bublè e un ‘grandissimo ospite italiano che non è un cantante (il che aveva appunto fatto pensare a Berlusconi, o a un importante personaggio politico); quindi Elisa nella terza, mentre Jovanotti e i Coldplay parteciperanno all’ultima puntata.

    Il parterre, però, non si è ancora esaurito: smentita Lady Gaga, potrebbe invece arrivare Tiziano Ferro, mentre Enrico Mentana ha assicurato a Fiore la presenza in platea nella seconda puntata, proprio in occasione dell’ospite misterioso. Tramontata, poi, l’idea di un raid negli studi del Grande Fratello, vista la vicinanza con lo studio 5: certo, sarebbe un regalone per Canale 5 e per il suo reality, in calo di ascolti, e con Fiore non si può mai dire mai. Sul palco invece arriveranno gli amici dell’edicola, ormai protagonisti dei suoi video su Twitter e probabilmente anche il personaggio di Luis Enrique, testato con successo sul web. In basso un po’ di video…

    Non si placano, invece, le polemiche sui costi: 12 milioni di euro per le quattro puntate, di cui 1,2 destinato a Fiorello, rimasto al cachet di 300.000 euro a puntata dei tempi del suo ultimo show tv su RaiUno.

    Il Più grande spettacolo dopo il weekend, prodotto in collaborazione con Ballandi Entertainment, è un programma di Rosario Fiorello e Giampiero Solari, ideato e scritto con Marco Baldini, Francesco Bozzi, Riccardo Cassini, Alberto Di Risio, Claudio Fasulo, Pierluigi Montebelli e Federico Taddia. La direzione musicale è di Enrico Cremonesi, mentre le coreografie sono di Daniel Ezralow. La regia tv è di Cristiano D’Alisera.