Fiorello querelato: ‘Gli arroganti devono saper chiedere scusa’

Fiorello querelato: ‘Gli arroganti devono saper chiedere scusa’

Fiorello è stato querelato da Bruno Volpe, direttore di Pontifex

    fiorello pontifex denuncia bruno volpe

    Fiorello saprà affrontare anche l’azione legale intrapresa dal direttore del tanto chiacchierato, e non a torto, Pontifex. Le motivazioni della querela sono state spiegate da lui, Bruno Volpe, proprio ieri: Questo pomeriggio ho sporto querela contro il sig. Fiorello per diffamazione aggravata [si riferisce alle critiche che il comico ha mosso contro tutto il sito, per via delle dichiarazioni sulla morte di Pinna, il giovane ventenne venuto a mancare in occasione dell'ultimo concerto di Jovanotti, ndr]. Spiego il motivo della querela. [...] Leggendo il testo del mio scritto si noterà che, al contrario di quanto falsamente dice Fiorello, ho chiesto giustizia per il morto, indipendentemente dai nomi illustri che possano risultare coinvolti. Ho solo elaborato e portato a compimento un principio teologico, che nell’Apocalisse trova accoglimento: quelli che amo castigo, dice San Giovanni nelle lettere dell’Apocalisse [sarebbe bene che spiegasse anche a noi questo principio, visto che non è stato solo il conduttore ad aver interpretato male le sue parole, ndr].

    Bruno Volpe, che ha cercato di far capire in tutti i modi che il suo non era un attacco a Pinna, non è proprio riuscito ad accettare le critiche che gli sono state mosse contro, in modo deciso e trascinante (Facebook, per esempio, è stato invaso da gruppi e pagine contro Pontifex e da commenti di disprezzo nei suoi confronti).

    Fatti curare, ha detto – così, prosegue Volpe nel suo editoriale, facendo riferimento a una frase pronunciata dal conduttore -. L’ho fatto, perché a seguito di quelle parole, mi sono sentito male come da referto medico. Le linee di Pontifex sono saltate per interventi di apologeti di Fiorello, con gravi danni. Di tanto Fiorello dovrà rispondere, e ci sta un mezzo: saper chiedere scusa. Ma gli arroganti che credono di comandare in base agli indici di ascolto, non prestano orecchio.

    E non ha belle parole neanche per Benigni:

    Fiorello dia conto di due cose: di quanto è costato, in tempi di crisi, l’intervento di Benigni per esaltare la cacca. Lo dica ai pensionati tartassati.

    A chi pagherà l’Ici. A lui queste cose non fanno freddo o caldo. Ci dica Fiorello a che titolo e se ha preso un compenso, suo fratello, sobrio e grande professionista, per reclamizzare una fiction.

    Caro Bruno Volpe, alla luce delle pretese che ha avanzato, secondo lei, non sarebbe il caso che anche qualcun altro, che lei si ostina a difendere, paghi la tassa da lei citata? A buon intenditor poche parole.

    484

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FiorelloPersonaggi Tv

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI