Fiction Rai su Oriana Fallaci, Maria Rosaria Omaggio protagonista?

Fiction Rai su Oriana Fallaci, Maria Rosaria Omaggio protagonista?

Si inseguono le voci della possibile protagonista della fiction dedicata ad Oriana Fallaci che la Rai ha in progetto di realizzare nel prossimo futuro

    maria-rosaria-omaggio.jpg

    Maria Rosaria Omaggio potrebbe essere la candidata numero uno per interpretare Oriana Fallaci nella fiction sulla sua vita che la Rai sta per mettere in cantiere. Ma la Omaggio, anche se in pole position, non è l’unica ad essere stata tirata in ballo, Oriana Fallaci è un personaggio davvero molto grande quindi era ovvio che avrebbe suscitato in rete un toto volto molto agguerrito. C’è chi definisce Maria Rosaria Omaggio la più grande attrice italiana, forse esagerando un po’, mentre sembra plausibile che la scelta nasca da una vaga somiglianza fisica tra la Fallaci e l’attrice.

    Un viso importante, capelli scuri, sguardo penetrante, e punto. La Omaggio da tempo si dedica alle opere della scrittrice con letture di testi quali Lettera ad un bambino mai nato o Un cappello pieno di ciliegie e di sicuro ne sa cogliere l’intensità, ma il fatto che anche Carlo Rossella la identifichi come assolutamente adatta alla parte non depone a suo favore. Alla falange Omaggio risponde quella che vuole in video Giuliana De Sio e questa sarebbe una scelta interessante e coraggiosa, due temperamenti decisi, una bella prova per un’attrice, la De Sio, che non sempre è usata al meglio delle sue capacità e magari potrebbe uscire finalmente dallo stereotipo della cattiva da commedia di cui non se ne può più.

    Ma le candidature per interpretare il ruolo di Oriana Fallaci nella fiction a lei dedicata non finiscono qui: in una vecchia intervista, in occasione della presentazione della seconda serie di Donna Detective, anche Lucrezia Lante della Rovere lanciò il sassolino manifestando il desiderio di interpretare ruoli diversi, di donne più incisive, donne che, come la Fallaci, hanno cambiato nell’immaginario collettivo il modo di guardare l’universo femminile. Seguono, a debita distanza, anche altre attrici, da Monica Guerritore a Giovanna Mezzogiorno e forse non sarebbe sbagliato ipotizzare una staffetta visto che la vita di Oriana Fallaci è stata lunga e se si vuole davvero dare un senso di tempo che passa sarebbe opportuno dimenticare il trucco a vantaggio di volti che rendano giustizia alla nostra scrittrice più celebre.

    Insomma Domenico Procacci che produrrà la fiction per Fandango e Fabrizio Del Noce, direttore di Raifiction avranno molto da fare per non deludere nessuno. Intanto rimane aperta la questione più delicata, ovvero lanciarsi o meno in una produzione che rischia di ridurre un bel pezzo di storia contemporanea in una sbiadita cartolina televisiva.
    Come ormai noto, fu proprio Oriana Fallaci a sottolineare che la gente sapeva di lei ciò che lei voleva che sapesse, era solita ripetere che lei era i suoi libri, i suoi articoli e che oltre non c’era altro da sapere, quindi forse l’unica vera domanda rimane se sia giusto o meno insistere su una fiction o se invece non sarebbe meglio lavorare a progetti che possano esaltare l’operato di Oriana Fallaci e non costringere le attrici ad un confronto che le potrebbe vederle perdenti in partenza a prescindere dalla singola scelta.

    571