Fiction Rai, Ghini padre coraggio in Sui Suoi Passi

Fiction Rai, Ghini padre coraggio in Sui Suoi Passi

Va in onda questa sera su RaiUno alle 21

    Massimo Ghini in Sui Tuoi Passi

    Va in onda questa sera su RaiUno alle 21.10 il film tv Sui Suoi Passi, tratto dalla vera storia di un padre, interpretato da Massimo Ghini, alla ricerca degli assassini del figlio.

    Un fatto di cronaca nera, che ha tenuto banco tre anni fa sulla stampa italiana e internazionale e che ha riguardato un padre alla ricerca degli assassini del figlio, morto in circostanze poco chiare in un Paese del Nord Europa è lo spunto da cui prende le mosse questo film tv per la regia di Gianfranco Albano che vede protagonista Massimo Ghini nei panni di Salvatore Mancuso, padre del giovane Carlo, trovato morto nel quartiere turco di Berlino.

    Non fidandosi degli investigatori locali, Salvatore, ristoratore calabrese emigrato nel nord Italia, parte per la Germania per dare una mano alle indagini, o meglio aprire nuovi filoni investigativi con condurranno alla fine alla cattura dei veri responsabili della morte del figlio, sospettato nel frattempo di far parte di un traffico di droga che collegava Germania e Olanda. Ma l’unica doppia vita condotta da Carlo riguardava una sua storia d’amore, che legava il giovane a una ragazza turca, Leila, amata in segreto dalla famiglia che non accettava l’unione, e incinta di lui. La Polizia Tedesca pensa quindi a un delitto d’onore compiuto dal fratello di Leila, Aziz.

    Ma non è sua la mano che ha ucciso Carlo: ovviamente si potrà scoprire solo seguendo il film tv, in onda questa sera in prima serata su RaiUno, coprodotto da RaiFiction e Iterfilm di Laurentina Guidotti, tra le sceneggiatrici della fiction con Fulvio Ottaviano ed Elena Cantarone.

    Una fiction che guarda non solo al ‘giallo’ e al mistero che avvolge la morte del giovane Carlo, ma che si inserisce in un contesto più profondo che riguarda i pregiudizi verso gli comunità straniere anche in una società multirazziale come quella tedesca, dove la comunità turca è particolarmente numerosa e malvista. Senza contare la via crucis di un padre che scopre nel viaggio che lo condurrà a scoprire gli assassini del figlio quanto distanti fossero le loro vite, quanto difficile fosse comunicare. Un senso di colpa profondo diventa la molla, la motivazione che spinge quest’uomo a impegnarsi per far sì che la verità venga fuori, come un atto dovuto nei confronti del figlio perduto.

    Nel cast anche Jeanette Hain, Bianca Maria D’Amato, Max Mazzotta, Arcangelo Iannace, Francesco Rossi Salvemini, Margherita Laterza.

    462