Fiction Mediaset, soddisfatto il direttore Scheri

Fiction Mediaset, soddisfatto il direttore Scheri

Giancarlo Scheri, direttore della Fiction Mediaset, entusiasta de 'I Professore, Il Sangue e la Rosa e di Distretto di Polizia 8

    Giancarlo Scheri e le prime fiction Mediaset

    La fiction Mediaset è ufficialmente iniziata e il direttore Giancarlo Scheri si è subito dichiarato soddisfatto degli ascolti raccolti dai primi titoli di Canale 5, ‘O Professore e Il Sangue e la Rosa. E ieri è stata la volta di Distretto di Polizia 8, con il nuovo commissario Simone Corrente, l’ex agente Luca Benvenuto, scontratosi con l’ennesima replica de Il Commissario Montalbano.

    Ultima delle prime tre fiction di Canale 5 ad essere trasmessa nella prima settimana di settembre, Distretto di Polizia 8 ha visto subito la morte di Irene Valli, colpita in azione dal fratello della sua migliore amica, e la nascita della figlia di Vittoria e Ingargiola, in un classico montaggio parallelo da ‘reincarnazione’ (morte e nascita nello stesso istante). Inizio subito denso per la serie, che sembra ritrovare con il giovane commissario, nato e cresciuto al X Tuscolano, quello spirito di squadra che l’aveva fatto amare nelle prime edizioni. Ancor presto per dare un giudizio sulla continuing story criminale, apparentemente già delineata, ma a parte qualche forzatura (tipo la morte di Irene avvenuta praticamente sotto gli occhi di tutto il commissariato, che osservava la sua agonia dal vetro della rianimazione) le due puntate si sono fatte seguire. Ascolti buoni, con la prima puntata seguita da 4.500.000 telespettatori e la seconda salita a 4.700.000, mentre Montalbano raccoglie 3.500.000 di audience.

    L’onore del debutto è invece toccato a ‘O Professore, miniserie in due parti andata in onda lunedì 1° e mercoledì 3 settembre dopo una prima visione su Joi (Mediaset Premium Gallery), che ha ottenuto 4.636.838 telespettatori in media e uno share del 23% sul target commerciale (15-64). Particolarmente attratte dalla miniserie le fasce più giovani, quelle comprese tra i 16 ed i 35 anni, e punte d’ascolto che hanno raggiunto i cinque milioni e mezzo di telespettatori.
    Considerato il periodo, praticamente a ridosso della pausa estiva e ancora fuori dalla garanzia, che per Mediaset inizia il prossimo 7 settembre, i risultato de ‘O Professore è senza dubbio buono, anche se non da primo posto nella top ten della fiction. Ad entusiasmare Scheri soprattutto “il grandissimo valore sociale e la rara poesia” espressa dalla miniserie prodotta da Grundy Italia e Alien Produzioni, che conferma, a detta del direttore, “l’elevata qualità della fiction Mediaset“.

    Alta qualità che, a nostro avviso, non ha toccato Il Sangue e la Rosa, di cui abbiamo parlato in occasione della prima puntata andata in onda lo scorso martedì. In ogni caso, anche il romanzone che vede tra i protagonisti Gabriel Garko, ha avuto ascolti interessanti, con 4.700.000 spettatori e uno share del 22%.
    Ma Scheri sembra entusiasta anche di questa opera, realizzata dalla Janus.

    “Amori e avventura, ambientazioni e costumi favolosi hanno fatto sognare il pubblico di Canale 5 che ancora una volta ha dimostrato di apprezzare storie dalle forti emozioni” ha detto Scheri in una nota stampa, nella quale ringrazia cast e produzione.

    Tutto questo calore ci sembra più che altro motivato dalla necessità di sorreggere il prodotto fiction, approfittando del vantaggio sulla Rai che partirà con la sua grande fiction ‘solo’ domenica 7 settembre con il film tv Fidati di me, che annovera nel cast anche Virna Lisi, già nonna ne Il Sangue e la Rosa e anche in Rai nonna di una bimba da proteggere.
    Le quotidiane dichiarazioni di Giancarlo Scheri, dunque, sembrano figlie di una strategia di marketing volte al convincimento del pubblico della bontà del suo prodotto. Chissà se sarà sufficiente per contrastare la fiction Rai, tradizionalmente molto amata dal pubblico. Aspettiamo al varco Il Sangue e la Rosa, che la prossima settimana dovrà vedersela con la prima serata di Miss Italia 2008. Non è proprio uno scontro al vertice, ma è sicuramente una controprogrammazione più forte della replica di Pretty Woman.

    953

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI