Fiction Mediaset, si chiude: Centovetrine protesta, Distretto di Polizia resiste (?)

Fiction Mediaset, si chiude: Centovetrine protesta, Distretto di Polizia resiste (?)

    Centovetrine 10 anni_2011

    Gli attori e i lavoratori di Centovetrine sono sul piede di guerra: denunciano il miope comportamento di Mediaset, che da un lato ha stoppato la produzione della soap opera realizzata nel centro tv torinese di Telecittà, ma dall’altra continua ad acquistare i costosi diritti di Beautiful, meno ‘produttiva’ sul piano degli ascolti rispetto al titolo made in Italy. Intanto il direttore della fiction Mediaset, Giancarlo Scheri, smentisce le voci di chiusura per Distretto di Polizia: rassicura i fans sulla scrittura di una 12ma stagione, ma probabilmente per i telespettatori le avventure del X Tuscolano sono ormai terminate anni fa.

    Protestano i lavoratori e gli attori di Centovetrine: qualche giorno fa Pietro Genuardi (che ormai da 11 anni dà il volto al personaggio di Ivan Bettini) confermava via Twitter la sospensione delle riprese, che non si tradurrà però, nella sospensione della messa in onda, che riprenderà lunedì 9 gennaio. Per la riapertura del set il Biscione sembra attendere i risultati di un ‘test’ che vedrà quanto prima la soap di Canale 5 debuttare in prime time.

    I lavoratori sono giustamente preoccupati per il loro futuro: sono oltre 300 le persone che lavorano alla soap, senza considerare i danni per l’indotto del centro di produzione Telecittà, a San Giusto Canavese (TO). In una nota destinata alle agenzie di stampa hanno spiegato la situazione: Sarà un Natale amaro per tutti noi che lavoriamo a Centovetrine e questo grazie a Mediaset che ha deciso di chiudere la produzione della soap, dicono senza mezzi termini i tanti impiegati nella lavorazione della fiction di Mediavivere. Dieci giorni fasi legge ancora nella missiva – avevamo inviato a Pier Silvio Berlusconi una lettera nella quale chiedevamo di fare chiarimento sulle voci di chiusura che si erano susseguite sui giornali ma la risposta è arrivata solo ieri: i contratti in scadenza oggi non sono stati rinnovati.

    Al Biscione si contesta la strategia ‘poco oculata’: Mediaset continua a mandare in onda una serie straniera come Beautiful che, a quanto ci risulta, ha dei costi più elevati e fa meno ascolti. Già due anni fa i costi sono stati ridotti del 30%, sacrificando molte riprese in esterna ma, nonostante questo, Centovetrine ha sempre mantenuto ottimi ascolti.

    Dopo 11 anni di lavoro, gli studi di Telecittà chiuderanno: in un momento così delicato, di crisi generale, la scelta di chiudere ci sembra assurda considerando che il gradimento del pubblico è confermato, quotidianamente, dagli ascolti.

    In effetti quello di Centovetrine sembra configurarsi come un ‘unicum’ nel panorama soap internazionale: solitamente la chiusura di un prodotto indistriale di lunga serialità è determinato per lo più dal cronico calo di ascolti, ma di cui non soffre affatto la soap italiana. Chi, invece, continua a fare i conti con ascolti non proprio soddisfacenti è Distretto di Polizia: si vociferava di una chiusura per il poliziesco di Taodue dopo l’ennesima stagione non proprio brillante, ma arriva una secca smentita dalla direzione Fiction di Mediaset. Già in fase di scrittura la 12ma stagione, che però non si esclude possa essere l’ultima.

    Magari la 12ma stagione potrebbe essere una buona occasione per dare una ‘chiusura narrativa’ alla serie, magari con i ritorno eccezionale dell’Ispettore Mauro Belli (alias Ricky Memphis). Insomma una serie ‘celebrativa’ – come è stata Un Medico in Famiglia 6 – che potrebbe ridare fiato al prodotto e magari portare addirittura a una 13ma stagione. Per molti affezionati telespettatori, del resto, Distretto è terminato con la ‘finta’ morte di Belli, cui l’addio di Giorgio Tiraboschi e poi di Simone Corrente hanno dato il colpo di grazia. Che senso ha stiracchiare una serie dalla quale sono scomparsi tutti i volti storici? Distretto non merita di essere narrativamente trattata come una soap da daytime.

    673

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI