Fiction, i compensi delle star italiane e Usa

Fiction, i compensi delle star italiane e Usa

Tv Sorrisi e Canzoni ha pubblicato qualche indiscrezione sui compensi delle star della fiction italiana e statunitense: a detenere il primato in Italia pare sia Luca Zingaretti che per ogni film tv della fortunata serie de Il Commissario Montalbano percepisce dai 200 ai 300

    Tv Sorrisi e Canzoni ha pubblicato qualche indiscrezione sui compensi delle star della fiction italiana e statunitense: a detenere il primato in Italia pare sia Luca Zingaretti che per ogni film tv della fortunata serie de Il Commissario Montalbano percepisce dai 200 ai 300.000 euro. Considerati il successo e la bravura, sono senza dubbio soldi ben spesi.

    Al di là del personale giudizio su Luca Zingaretti (che come si sarà capito è senza dubbio tra i nostri attori preferiti, così come il Commissario Montalbano è per ormai da tempo un cult), vediamo un po’ quanto guadagnano i protagonisti delle serie tv più amate dal pubblico.

    Partiamo dagli Stati Uniti: il record del cachet più alto lo detiene Charlie Sheen, protagonista della sitcom Due Uomini e Mezzo, che guadagna 14.600.000 di euro a stagione. Segue Kiefer Sutherland, l’agente scelto Jack Bauer di 24, che per ogni stagione porta a casa più di 13 milioni di dollari, più di 9 milioni di Euro, con una media a puntata di 500.000 dollari, pari a 387.000 euro. Hugh Laurie, per Dr. House, ha visto salire il suo cachet dai 211.000 euro a puntata dell’anno scorso agli attuali 282.000, tanto quanto prendono le quattro protagoniste di Desperate Housewives.
    Sul fronte Grey’s Anatomy, Ellen Pompeo riceve 193.000 euro a episodio, contro i 176.000 euro di Patrick Dempsey; per CSI il record spetta a Marg Helgenberger con i suoi 274.000 euro a fronte dei 264.000 di David Caruso.

    Ma, come nota Sorrisi, i veri guadagni tv in Usa sono ad appannaggio dei leader storici dei talk show (David Letterman prende a stagione 22,5 milioni di euro, mentre Jay Leno 21,1) e i protagonisti dei talent show: il conduttore di American Idol, Ryan Seacrest, prende 10 milioni di euro l’anno, mentre il giudice Simon Cowell ha appena chiuso un contratto per 32 milioni di euro a stagione.

    In casa nostra, invece, la palma d’oro del più pagato (stando però alle poche cifre circolate) spetterebbe a Luca Zingaretti che per ogni film tv de Il Commissario Montalbano percepisce dai 200 ai 300 mila euro. E come nota il produttore Carlo Degli Esposti è quasi un’inezia, considerato che con Montalbano (tra introiti pubblicitari di prime visioni e repliche, vendita di diritti all’estero, etc etc) la Rai ha capitalizzato almeno 150 milioni di euro.

    L’unico a dichiarare il proprio cachet senza scomporsi è Lorenzo Flaherty che per interpretare il Capitano Venturi dei R.I.S. ha preso 800.000 euro, supponiamo a stagione, mentre per un film tv chiede dagli 80 ai 150 mila euro.
    Per tutti gli altri ci sono misure di grandezza, non cifre specifiche: come spiega l’agente Giancarlo De Simone i vari Raoul Bova, Sabrina Ferilli, Lino Banfi e Claudio Amendola, in cima ai listini della nostra fiction, possono percepire per una miniserie di eccellenza oltre 400.000 euro, mentre per la lunga serialità (dai 26 episodi de I Cesaroni e Un Medico in Famiglia) si può andare sui 50-60mila euro a puntata.

    Onestamente sono cifre che non ci scandalizzano, forse perché i titoli citati hanno tutti avuto molto successo: bisognerebbe vedere cosa è successo in produzioni che non hanno avuto la stessa fortuna.

    640

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI