Fiction, Giorgio Faletti si riscopre sindacalista

Fiction, Giorgio Faletti si riscopre sindacalista

Giorgio Faletti è prossimo al debutto nella fiction ne Il Sorteggio, prossimamente su RaiUno, dedicato all'autunno caldo del 1977 con Beppe Fiorello protagonista

da in Fiction italiane, Palinsesto Mediaset, Personaggi Tv, Rai 1, beppe-fiorello, il-sorteggio, Miniserie, Rai Fiction
Ultimo aggiornamento:
    Fiction, Giorgio Faletti si riscopre sindacalista

    Comico tv, cantante, scrittore, attore di cinema con Notte Prima degli Esami, ora prossimo al debutto nella fiction con il ruolo di sindacalista ne Il Sorteggio, prossimamente su RaiUno, dedicato all’autunno caldo del 1977 con Beppe Fiorello protagonista: stiamo parlando di Giorgio Faletti, vero fenomeno italiano.

    La prossima stagione televisiva (o quella ancora successiva) segnerà il debutto nella fiction italiana di un nome davvero sui genesi per la scena artistica italiana, Giorgio Faletti. Lo ritroveremo nel ruolo di un sindacalista della Fiat ai tempi della lotta al terrorismo. Proprio a Torino nel maggio del 1976 si aprì un ‘processo’ senza eguali nella storia della nostra repubblica, che vide come imputati 46 membri delle Brigate Rosse, con 11 detenuti tra i quali Franceschini, Gallinari e Curcio. La fiction, prodotta da Rai Fiction e Artis e diretto da Gia­como Campiotti, ricostruisce proprio quel processo attraverso gli occhi di un operaio di Mirafiori, Tonino, interpretato da Beppe Fiorello, sorteggiato come giudice popolare: non a caso la miniserie si intitola Il Sorteggio e si impegna a restituire quelli anni seppur prendendo come spunto un personaggio di fantasia che Fiorello descrive come “uno che non capisce niente di politica, che pensa solo a lavora­re, per guadagnare quel po’ che gli permetta una vita decorosa, e con una sola passione, condivisa con la fidanzata Anna, il tango“. Anna, tra parentesi, è interpretata da Gioia Spaziani, già protagonista di Un Posto al Sole.
    Quando viene sorteggiato – continua a spiegare Fiorello – Tonino pen­sa che sia un’opportunità per migliora­re la sua condizione, ma ben presto, con l’avanzare del processo e quindi del­le intimidazioni, le minacce, la serie di attentati che dif­fondono un clima di terrore, comincia ad avere paura, a rendersi conto del pericolo“.

    Al suo fianco trova Gino, ope­raio e sindacalista, interpretato proprio da Faletti che ha contribuito alla stesura della sceneggiatura, scritta dal giornalista Giovanni Fasanella e menzione speciale del Premio Solinas, per la definizione del suo personaggio.

    Un progetto che ha immediatamente appassionato Faletti “perché – spiega – va a scavare nel­l’immaginario collettivo che esiste in tutti noi rispetto alle Br. Non è una fic­tion sulle Br, ma è ambientata nel perio­do forse più oscuro dell’Italia recente“. E descrive così il suo Gino: “E’ la parte sana dell’ideo­logia, un eroe anti­convenzionale che giorno dopo giorno si sforza di cambiare le cose che non vanno, restan­do nella legalità e che sostiene la necessità di combattere strenuamente il terrorismo all’inter­no della fabbrica“. “D’ac­cordo anche con il regista – ha detto lo scrittore spiegando il suo ruolo nella sceneggiatura – ho cercato di rendere Gino il meno epico possibile: non volevo farne un personaggio noio­so, stucchevole, cocciutamente eroico. L’ho dotato di autoironia e di una certa leggerezza“.

    In attesa di capire se per Faletti si aprorà anche la strada della sceneggiatura cine-tv, Il Sorteggio sarà presentato prima al cinema e poi in tv, operazione sempre più frequente per le fiction Rai. Per vederlo in tv, quindi, potrebbero passare molti mesi.

    620

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fiction italianePalinsesto MediasetPersonaggi TvRai 1beppe-fiorelloil-sorteggioMiniserieRai Fiction Ultimo aggiornamento: Martedì 20/10/2015 11:59
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI