Fiction: Edwige Fenech sarà Caterina II per la Rai

Fiction: Edwige Fenech sarà Caterina II per la Rai

Un grande ritorno per la fiction targata Rai, Edwige Fenech nella parte di Caterina II di Russia nella fiction La figlia del Capitano

    edwige fenech fiction rai

    Edwige Fenech prepara il grande ritorno alle scene e lo fa scegliendo la fiction Rai, La figlia del Capitano, in cui interpreterà Casterina II di Russia. A parlare di questa sua nuova esperienza è lei stessa in una lunga intervista su Sorrisi e Canzoni Tv in edicola. Sono passati 15 anni dall’ultima interpretazione da protagonista di Edwige Fenech, ma oggi l’attrice si rimette in gioco e si cimenta con una classico della cinematografia, un personaggio portato sugli schermi da mostri sacri quali Marlene Dietrich e Bette Davis.

    A far capitolare la famosa produttrice è stato il regista, Giacomo Campiotti. Icona sexy negli anni ’70 e ‘80, sul finire degli anni ’80 la Fenech aveva partecipato ad alcuni film come Vacanze in America dei Vanzina e poi nel 2000 è apparsa ne Il fratello minore. Poi c’è stato il momento, un paio di anni fa, di Quentin Tarantino che l’ha inserita tra le sue attrici preferite inserendola in un cameo nello splatter Hostel II per la regia di Eli Roth.
    Ma lei, dalle pagine di Sorrisi e Canzoni Tv, quello lo ricorda come un piacere personale fatto ad un amico. In questi anni l’attrice si è imposta come produttrice con fiction di grande successo, una su tutte, Commesse, poi come lei stessa ammette, la richiesta del regista e la bellezza della parte le hanno fatto decidere di tornare sullo schermo sia pur quello televisivo. Il ruolo è quello della regina più amata e invidiata di tutti i tempi, Caterina II e della fiction parla come di un lavoro molto ben fatto, la sua parte è relativamente piccola ma molto incisiva, come nel romanzo di Puskin.
    Con questo ritorno Edwige Fenech si toglie anche qualche sassolino dalla scarpa confessando di aver smesso di recitare dopo che, all’indomani del successo delle due fiction da lei interpretate e prodotte, Il coraggio di Anna e Delitti privati, venne accusata di averle dovute interpretare e produrre da sola per dimostrare di essere brava.

    Incassò il colpo, ringraziò per i complimenti ricevuti e uscì di scena con grande eleganza e decisamente a testa alta.
    Quella fu una cattiveria gratuita perchè, ancora una volta, non si perdonò ad una bella donna di avere anche le capacità di essere manager e in questo caso anche brava attrice. Insomma, un vecchio luogo comune che si rinnova tristemente. Brava Edwige che non si è piegata alle critiche sterili e, dopo aver dato grandi prove di produttrice illuminata, ritorna con un fascino intatto per cimentarsi in una parte impegnativa per una delle grandi fiction targate Rai, di cui la Fenech è anche produttrice, che vedremo il prossimo anno.

    495