Festivalbar, Salvetti smentisce l’attacco alla De Filippi

Andrea Salvetti nega di aver rilasciato l'intervista comparsa oggi su Tv, Sorrisi e Canzoni, nella quale difendeva a spada tratta il suo Festivalbar dall'avanzata della corazzata De Filippi

da , il

    Salvetti smentisce Tv Sorrisi e Canzoni

    Andrea Salvetti cade dalle nuvole: dice di non aver mai rilasciato l’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni di cui vi abbiamo dato conto questa mattina e si dichiara pronto a collaborare con Maria De Filippi alla realizzazione di un evento musicale. La confusione regna sovrana.

    L’attacco frontale attribuito ad Andrea Salvetti, figlio del compianto Vittorio da cui ha ereditato il Festivalbar, e comparso questa mattina su Tv Sorrisi e Canzoni sarebbe una bufala. O meglio un ‘pindarico volo’ di un giornalista, accreditatosi peraltro per il settimanale Chi, con il quale Salvetti dice di aver avuto solo un rapido contatto telefonico. Peraltro, sapete chi è il giornalista? Quel Gabriele Parpiglia che intervenne a Uomini e Donne per sostenere Maria nello svelamento dei traffici tra Tronisti e Stampa Rosa.

    Beh, essendo Alfonso Signorini a capo delle redazioni di Sorrisi e di Chi è facile che ‘scambi’ gli incarichi delle due redazioni (anche se non è proprio corretto): sta di fatto che, stando alla nota diffusa da Salvetti in queste ore, il contenuto della chiacchierata sarebbe stato del tutto travisato.

    Non ho mai fatto dichiarazioni per Sorrisi – ha puntualizzato Salvetti – sono stato al telefono 30 secondi con un giornalista che mi ha detto che scriveva per Chi a cui ho premesso che non stavo rilasciando alcuna dichiarazione e che la collaborazione con la De Filippi sarebbe una bella opportunità di unire le forze per creare sempre più spazi qualificati a favore della musica. È vero che da mesi sto lavorando alla nuova edizione del Festivalbar, ma seguo i programmi della De Filippi da anni e mi sembra che in quest’ultimo periodo il suo lavoro a favore della musica e il suo ruolo alla ricerca di nuovi talenti abbia preso una decisa accelerazione. Quindi la chiamerò presto in un’ottica assolutamente costruttiva e collaborativa”.

    Toni del tutto diversi da quelli minacciosi emersi dalla lettura del pezzo su Sorrisi: staremo a vedere se il progetto di un Festivalbar Anti-Sanremo andrà in porto. Onestamente non ci crediamo: sarà più facile che la De Filippi e Salvetti procedano su due binari paralleli. Ma il tempo – e le logiche televisive – potrebbero facilmente smentirci.