Festival di Sanremo, Cecile in gara con ‘N.E.G.R.A.’ [Intervista]

Festival di Sanremo, Cecile in gara con ‘N.E.G.R.A.’ [Intervista]

Cecile: ''Mi sono proprio divertita a dire ogni parola con il sorriso''

    Intervista a Cecile, a Sanremo 2016 con N.E.G.R.A.

    (A cura di Alice Penzavalli)

    N.E.G.R.A. è il titolo della canzone con la quale Cecile si è presentata nella categoria Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2016, la 66esima edizione della kermesse musicale. Cecile Vanessa Ngo Noug, questo il vero nome della cantante Cecile, intervistata da Alice Penzavalli in occasione del suo esordio sul palco del teatro Ariston, riguardo la sua esibizione ha dichiarato: ‘mi sono proprio divertita a dire ogni parola con il sorriso’. Nel video di apertura e dopo il salto l’intervista integrale.

    Ciao Cecile! Ieri sera hai debuttato sul palco dell’Ariston e sei stata eliminata nella gara contro Chiara Dello Iacovo. Come stai?

    Bene ma ancora sicuramente devo realizzare il tutto! Sono nel frullatore, penso ad altro, tipo al cibo! Per quanto riguarda la mia esibizione sono molto contenta, soprattutto perché ho visto da parte delle persone che mi seguono, che sono tantissime e non pensavo, un forte affetto e dei messaggi molto belli e positivi. Questa cosa mi ha caricato quindi… good!

    Parlando di tutta la gente che ti segue, noi ti abbiamo già conosciuto sul palco della preselezione per Sanremo Giovani su Rai Uno: probabilmente questo ti ha aiutato tanto perché la canzone che hai portato è di forte impatto, ne hanno discusso parecchio.

    Si, soprattutto in questi mesi e poi ieri. Ho portato un brano abbastanza forte, N.E.G.R.A., però è tutto ok, è ciò che sono quindi è un pretesto, potrebbe essere qualsiasi altra parola che spesso viene utilizzata per discriminare un qualcuno e poi digli ‘tu sei diverso’, ma diverso da cosa? Io non credo esista nessun tipo di diversità, poi se bisogna fare categorie o etichette ci sono belle persone o brutte persone: sono le uniche categorie dove si può fare un certo tipo di distinzione. Mi riallaccio anche al discorso di Laura Pausini che ha detto siamo simili e fra simili bisogna proteggerci e non dividerci: sono assolutamente d’accordo con lei! Il mio brano è un brano che ingloba tutti i generi di discriminazione, non soltanto il colore della pelle.

    Tu hai dichiarato che sei stata vittima di bullismo alle scuole medie e questo immagino abbia influenzato anche la tua scrittura nel corso degli anni.

    Si, assolutamente si! Tra l’altro qualche giorno fa mi è arrivata una richiesta d’amicizia da questa persona che mi aveva fatto bullismo alle medie! Sono soddisfazioni perché il fatto che lei mi abbia mandato la richiesta d’amicizia probabilmente è perché si è sentita chiamata in causa e questa cosa mi ha fatto un sacco ridere.

    Questo può essere anche un messaggio per tutti quei ragazzi che sono vittima di bullismo.

    Si, può essere assolutamente un messaggio per tutte quelle persone che hanno subito bullismo. Io sono stata molto fortunata a crescere in Italia innanzitutto, perché è un paese che ti da la possibilità di fare veramente tante cose, e soprattutto anche per aver avuto nel mio percorso di vita mia nonna, che io chiamo mamma, che ha dato la possibilità a mia madre di farmi nascere. Quindi sono stata fortunata per aver lei e per aver avuto la possibilità di crescere in un ambiente sano dove ho potuto scoprire di avere talento, di avere la musica nel dna e potermi quindi esprimere, potendo parlare di cose belle come ho fatto poi ieri sera. Tante persone magari non hanno la mia fortuna, non hanno la possibilità di rivendicare un qualcosa e di esporsi ad un pubblico: penso di aver parlato anche per quelle persone che non possono farlo.

    Ieri abbiamo visto la tua esibizione, sembrava che ti stessi divertendo sul palco.

    Si, tantissimo! Durante l’esibizione mi stavo veramente divertendo! Ero emozionata ma allo stesso tempo pensavo di essere in un posto dove c’erano tutte persone che mi volevano bene, non pensavo di essere sul palco dell’Ariston! È stato difficile all’inizio ma mi sono proprio divertita a dire ogni parola con il sorriso!

    Dopo Sanremo, la tua avventura prosegue?

    Io spero che la mia avventura sia in salita, anche se è dura: salire con la bicicletta una montagna è abbastanza difficile però non ci abbattiamo! Oggi intanto esce il mio disco su tutte le piattaforme digitali e dal 4 marzo invece lo potrete trovare in tutti i negozi di dischi quindi spero che vi piaccia perché è veramente una bomba!

    Grazie mille e in bocca al lupo!
    Viva il lupo!

    777

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI