Festival di Sanremo 2017, l’omaggio agli eroi del quotidiano: ‘Basta saperli riconoscere’

Carlo Conti e Maria De Filippi intervistano sul palco del Teatro Ariston coloro che sono intervenuti nelle tragedie di Rigopiano e del terremoto che ha colpito il Centro Italia

da , il

    Festival di Sanremo 2017, l’omaggio agli eroi del quotidiano: ‘Basta saperli riconoscere’

    Il Festival di Sanremo 2017 ha reso omaggio agli eroi del quotidiano, tutti coloro che ogni giorno lavorano per il bene comune e che, troppo spesso, non vengono riconosciuti come tali. Sulla scia di Tutti cantano Sanremo’, Carlo Conti e Maria De Filippi hanno invitato sul palco del Teatro Ariston alcuni rappresentanti della Guardia di Finanza, della Croce Rossa, del Soccorso Alpino, dell’Esercito, dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile che, nel corso di questi mesi, si sono trovati ad affrontare le calamità naturali nel Centro Italia in seguito al terremoto e all’allerta neve che hanno colpito le zone come Rigopiano.

    L’omaggio del Festival di Sanremo 2017 agli ‘eroi del quotidiano’ è d’obbligo: una vetrina come quella della kermesse canora, giunta quest’anno alla 67esima edizione, non poteva esimersi dall’ospitare gli uomini e le donne che ogni giorni si impegnano per la salvaguardia del prossimo. Maria De Filippi e Carlo Conti hanno voluto raccontare le tragedie vissute nel Centro Italia attraverso la voce di coloro che hanno partecipato attivamente al salvataggio delle vittime rimaste colpite dal terremoto e dall’allerta neve degli ultimi mesi. Il Maresciallo Lorenzo Gagliardi, rappresentante della Guardia di Finanza, ha raccontato la tragedia di Rigopiano e il primo arrivo sul luogo alle 3.30 di notte, quando tutto era ancora avvolto dalla bufera e la situazione era assai desolante.

    A seguire, i conduttori della 67esima edizione del Festival di Sanremo, hanno intervistato Valeria Carlinfante della Croce Rossa, Fabio Ieppariello del Soccorso Alpino, il maggiore dell’Esercito Vincenzo Criscuolo, Luigi D’Angelo della Protezione Civile e Mauro Cavallo dei Vigili del Fuoco. L’operato di questi eroi del quotidiano deve essere sempre ricordato e mai sottovalutato perché, come sostenuto in apertura da Maria De Filippi, i veri eroi ‘basta saperli vedere e guardare: sono quelli che non mollano, che non si piangono addosso, che la sera tornano a casa senza bisogno di popolarità’ e di cui, purtroppo, ci si ricorda solo nei casi di tragedie come quella di Rigopiano o del terremoto che ha colpito ad agosto 2016 il Centro Italia.