Festival di Sanremo 2017, Giorgio Moroder: omaggio al compositore e produttore discografico

La musica dell'artista verrà portata sul palco dell'Ariston venerdì 10 febbraio 2017

da , il

    Festival di Sanremo 2017, Giorgio Moroder: omaggio al compositore e produttore discografico

    Il Festival di Sanremo 2017 renderà omaggio a Giorgio Moroder, celebre compositore e produttore discografico, nonché presidente della giuria di esperti della 67esima edizione della kermesse. Ad annunciarlo è stato Carlo Conti, che lo ha nominato tra gli ospiti nel corso della conferenza stampa di giovedì 9 febbraio 2017. Tra le personalità artistiche più influenti del nostro paese nell’ambito della musica elettronica e della disco music, il suo repertorio verrà portato sul parco dell’Ariston venerdì 10 febbraio 2017, con gli arrangiamenti di Davide Rossi.

    Nella penultima serata del Festival di Sanremo 2017 l’omaggio a Giorgio Moroder vedrà l’artista, presente presso la Città dei fiori in veste di presidente della giuria di esperti, assistere direttamente al momento a lui dedicato. Non sono stati svelati i dettagli riguardanti alla messa in scena e ai brani che verranno chiamati in causa venerdì 10 febbraio 2017, quindi bisognerà seguire il Festival per scoprirli. La giuria capitanata da Moroder contribuirà alla scelta del vincitore della 67esima edizione della kermesse insieme al televoto, alla giuria demoscopica e a quella della Sala stampa.

    Giorgio Moroder, nato ad Oristei nel 1940 e proveniente da una famiglia di artisti, è arrivato al successo componendo numerose colonne sonore (che gli sono valse tre Oscar e un Grammy) e diffondendo la sua musica per sintetizzatore. Tra gli anni ’50 e ’60 ha girato l’Europa suonando in numerosi gruppi. Passato al ruolo di cantante, è successivamente diventato dj e compositore, occupazione che dagli anni ’80 ha portato avanti fino ad oggi.

    I riconoscimenti più importanti ottenuti per i lavori da lui realizzati sono stati tre Oscar: per i film ‘Fuga di mezzanotte‘ (1979) ha firmato la miglior colonna sonora, mentre per le pellicole cult ‘Flashdance‘ (What a feeling’) e ‘Top Gun‘ (‘Take my breath away’) ha scritto la miglior canzone nel 1984 e nel 1987.

    Il nome di battesimo di Giorgio Moroder è Giovanni Giorgio, come spiegato in uno dei brani contenuti in ‘Random Access Memories‘, l’album del duo francese Daft Punk uscito nel 2013 al quale il musicista ha collaborato. Tra gli altri, ha lavorato anche con artisti del calibro di David Bowie e Freddy Mercury, peraltro entrambi passati al Festival come super-ospiti. Recentemente ha realizzato un featuring anche con Sia. Il doveroso omaggio a Giorgio Moroder verrà incluso nella serata di venerdì 10 febbraio del Festival di Sanremo 2017.