Festival di Sanremo 2016, i compensi dei conduttori: il cachet di Carlo Conti e dei co-presentatori

Festival di Sanremo 2016, i compensi dei conduttori: il cachet di Carlo Conti e dei co-presentatori

Cifre da capogiro per il direttore artistico e i suoi collaboratori

    Il Festival di Sanremo 2016 sarà musica, intrattenimento e, a volte, anche polemica. I compensi dei conduttori sono sempre un tema caldo per la kermesse musicale e in tanti si chiedono quale sia il cachet richiesto da Carlo Conti e dagli altri co-presentatori: Virginia Raffaele, Madalinea Ghenea e Gabriel Garko. La curiosità sui compensi percepiti dal direttore artistico e dai suo collaboratori è sempre molto alta, soprattutto quando si parla di Sanremo e di soldi pubblici. Una prima polemica sulle spese del Festival è stata sollevata dall’attore comico Checco Zalone che ha rifiutato il palco dell’Ariston rinunciando ai soldi dei contribuenti e ad una cifra a troppi zeri.

    Il Festival di Sanremo 2016 sta per iniziare e, come ogni anno, una domanda circola insistentemente: quali sono i compensi dei conduttori della kermesse musicale? Secondo alcune indiscrezioni, la firma del contratto da parte di Carlo Conti prevedeva un cachet superiore di 50mila euro rispetto a quello dell’anno precedente. Da questa 66esima edizione, dunque, il direttore artistico percepirà un compenso pari a poco più di 550mila euro.

    Cifre da capogiro che non tengono conto degli altri introiti di Conti derivanti dalla conduzione di altre trasmissione di successo tramesse da Rai1 come L’Eredità, Tale e quale show e I Migliori anni.

    Oltre al cachet di Carlo Conti, tra le spese di Sanremo 2016 è necessario tener conto anche dei compensi dei co-conduttori che, con molta probabilità, richiederanno una cifra superiore a quella riconosciuta nel 2015 ad Arisa ed Emma Marrone. Il cachet delle vallette della scorsa edizione era di circa 70mila ma, visti i ruoli di Virginia Raffaele e Gabriel Garko, si ipotizza che, almeno loro, rispetto a Madalina Ghenea, richiederanno uno ‘stipendio’ più alto. Il direttore di Rai1, Giancarlo Leone, riguardo ai costi e alle spese che prevede una manifestazione come Sanremo, ritiene che non sia più tempo di esagerare e rassicura tutti: “Abbiamo un forte utile, dato dal rapporto costi e ricavi pubblicitari”. In base a quanto dichiarato durante la conferenza stampa di ieri, 8 febbraio, la kermesse musicale costerà 16 milioni di euro ma si prevedono 21 milioni di ricavi pubblicitari e 1 milione di guadagni commerciali derivanti dalla vendita di biglietti o altro.

    Oltre ai compensi dei conduttori del Festival di Sanremo 2016, un discorso a parte meritano i cachet degli ospiti e, se la partecipazione di Elton John che arriva nella Città dei Fiori per la promozione del suo nuovo disco, sarà quasi a costo zero, non sarà lo stesso per i big della musica italiana come Eros Ramazzotti, Laura Pausini e Renato Zero che, per cantare in diretta all’Ariston, si crede che non chiederanno meno di 50mila euro.

    544

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Carlo ContiFestival di Sanremo 2016Gabriel GarkoRaiRai 1
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI