Festival di Sanremo 2015, i conduttori: Fazio vuole i Fiorello, D’Urso e Greggio si candidano

Festival di Sanremo 2015, i conduttori: Fazio vuole i Fiorello, D’Urso e Greggio si candidano

Festival di Sanremo 2015, i conduttori: Fabio Fazio vuole i Fiorello, Barbara D’Urso ed Ezio Greggio si candidano

da in Carlo Conti, Festival di Sanremo 2014, Festival di Sanremo 2015, Fiorello, Paolo Bonolis, Rai
Ultimo aggiornamento:

    Festival di Sanremo 2015, chi saranno i conduttori? Fabio Fazio su Twitter rivela che il suo sogno sono i fratelli Fiorello, mentre Barbara D’Urso si candida per condurre – prima o poi – la popolare kermesse. Ma le sue premesse non sono delle migliori…ci salverà Ezio Greggio?

    Fabio Fazio propone Fiorello per il prossimo Festival di Sanremo: il suggerimento arriva tramite Twitter: «L’idea giusta per #sanremo2015: Fiorello + Fiorello. Un cognome solo per una grande coppia». Il nome di Fiorello avrebbe anche la benedizione di Leone: «Se volesse condurre il Festival passerebbe davanti a tutti, ma lui non appartiene alla categoria dei presentatori, è un extraterrestre. Lui lo sa e non ha più bisogno che gli chieda di presentare Sanremo, basta che venga da me entro maggio-giugno». Ma Fiorello, sempre via Twitter, sembra declinare.

    Nel mentre, di candida pure Barbara D’Urso: «Adesso sono troppo giovane, però arriverà il momento e l’occasione. Conosco la pancia del pubblico. Il Festival di Fazio a me è piaciuto, però mi rendo conto che forse non era molto popolare. La gente vuole Al Bano. Io ho mandato come inviata per Domenica Live Loredana Lecciso, e ci volevano le guardie del corpo per proteggerla dall’affetto della gente», rivela nostra signora delle faccette via Chi.

    Certo, le premesse – almeno per il pubblico giovane o per chi vorrebbe qualche novità – non sono delle migliori: «Rappresento le signore che stirano, le casalinghe, quelle che mi fermano per strada, anche quando sono in vacanza, e dicono: Quando torni? Sai che io ti guardo mentre stiro? Io mi immedesimo nel telespettatore. Entro nella testa di chi mi guarda e mi dico: dopo Cofferati e la politica, il pubblico ora vuole sognare e passo a una storia d’amore che fa sognare».

    E per fortuna che arriva la ‘bocciatura’ di Giancarlo Leone: «Dobbiamo restare la Rai, il che vuol dire autorevolezza, buongusto, equilibrio. A La vita in diretta sono cambiati non solo i conduttori, ma anche i temi: meno gossip e cronaca nera e più attualità politica e sociale».

    E chissà se andrà meglio ad Ezio Greggio, che qualche giorno fa ha detto: «Con me, Enzo Iacchetti e Michelle Hunziker gli ascolti di Sanremo volerebbero. Però Luciana Littizzetto la vorrei accanto, anche perché io sono più figo di Fazio». Ma anche lui, come Bonolis, è un volto Mediaset, e quindi escluso a priori stante la volontà di utilizzare volti Rai.

    Aggiornato il 27 febbraio 2014 da Fulvia Leopardi.

    Festival di Sanremo 2015, i conduttori: Carlo Conti il preferito di Leone, no secco a Bonolis

    Festival di Sanremo 2015, Carlo Conti conduttore? Nei giorni scorsi in conferenza stampa Giancarlo Leone ha già spiegato che si ripartirà da Fabio Fazio, ma intervistato da vari quotidiani – La Nazione, La Stampa, Il fatto quotidiano – non esclude Conti, mentre dice no a Paolo Bonolis: “Escludo che alla conduzione del prossimo Festival ci possa essere Bonolis. Chiederò prima la disponibilità di Fabio Fazio e in seconda battuta guarderei comunque in casa Rai“. Su Bonolis, a parte l’essere Mediaset, ‘pesa’ anche l’agente, Lucio Presta, che avrebbe pagato l’albergo per gli operai guasta feste della prima puntata – chissà cosa ne pensa Paola Perego, che (a modo suo) si era quasi candidata alla conduzione…

    Giancarlo Leone, il direttore di Rai Uno, spiega che “Se Fazio avrà un nuovo progetto per il prossimo anno sarà il benvenuto, altrimenti pescheremo un nome della scuderia Rai. Come Carlo Conti”; a La Stampa, altra dichiarazione ‘sbilanciata’: “Diciamo che per il prossimo anno la mia scelta è ancora Fabio Fazio, se ha un progetto da proporre e beninteso se ne ha voglia. Laddove Fazio declinasse, in pole position c’è Carlo Conti. Perché i casi sono due. O hai il fuoriclasse assoluto, diciamo Fiorello o Roberto Benigni, e allora il Festival si identifica con lui, oppure scegli un grande professionista e un uomo tranquillo come Conti, e gli costruisci intorno una squadra. Altri non vedo“.

    Aggiornato da Fulvia Leopardi il 22 febbraio

    Festival di Sanremo 2015, i conduttori: per Carlo Conti ‘porte aperte’ no a Paolo Bonolis

    Il Festival di Sanremo 2014 non è neanche cominciato che già si parla dei possibili conduttori del Festival di Sanremo 2015: tra i nomi papabili quelli di Paolo Bonolis, Carlo Conti e, perché no, pure Fiorello. Intervistato da Il Tempo, ne parla il direttore di Rai Uno Giancarlo Leone, che anticipa anche qualcosina di quello che vedremo sul palco dell’Ariston dalla prossima settimana: Maurizio Crozza ci sarà? Chi saranno gli altri ospiti? Scopritelo con noi.

    Sanremo 2014 non è ancora cominciato, ma già si pensa al 2015: intervistato dal quotidiano Il Tempo, il direttore di Rai Uno Giancarlo Leone tenta di sottrarsi al toto nomi, ma poi ‘cede’: no a Paolo Bonolis – ‘Bonolis non è della Rai.

    Questa ipotesi non esiste; Paolo è un grande professionista, ma non è tra le nostre opzioni. O Fazio, o uomini Rai. Tertium non datur‘ – mentre le porte sono aperte per Carlo Conti qualora Fabio Fazio dovesse mollare – e durante la conferenza stampa, il conduttore ligure ha già annunciato che questa è la sua ultima edizione:

    Non è mai bello a questo punto parlare della prossima edizione, ma posso dire con certezza, e l’ho già detto a Fazio, che alla fine di questo Festival ripartirò da lui. Mi attendo un’indicazione, se vorrà andare avanti per il terzo anno oppure no: lui lo sa. La prima cosa che farò sara partire dalla sua volontà e dal suo entusiasmo, dall’energia di Fazio di puntare su una terza edizione. Se lui dovesse essere d’accordo, proseguiremo. In caso contrario, allora di sicuro ripartiremo guardando all’interno della squadra Rai. Facciamo questo Festival e vediamo cosa decide Fazio. E a freddo: ci prenderemo un mese di tempo e poi si vedrà‘.

    E chissà se sul palco di Sanremo vedremo mai Fiorello: nel 2011 lo showman è stato invitato come ospite in una puntata del Festival condotto da Gianni Morandi, ma diede buca. Quest’anno non ci sarà, ma anche per lui, porte aperte per Sanremo 2015:

    Lui a Sanremo è un invitato a parte, e uno dei pochi artisti che, da meticoloso specialista qual è, può decidere quando e cosa fare. Lo vorremmo sempre, saremmo felici se ci facesse una sorpresa, ma quest’anno non ci sarà‘.

    Sì anche a Giorgia – sgridata da Fazio perché ha scritto del mancato invito su Twitter invece di parlarne con lui – e una puntualizzazione su Pippo Baudo – da tempo polemico con Sanremo:

    Essendo io un grandissimo fan di Giorgia, la invito sin da questo momento per il 2015. Baudo? Lo abbiamo festeggiato come doveva, in anticipo sull’anniversario, lo scorso anno. Con Pippo non siamo arrivati tardi, lui ha aperto le celebrazioni. È stato il primo. Quest’anno toccherà ad Arbore. Come è giusto che sia‘.

    Quanto a Maurizio Crozza e alla possibilità che salga sul palco:

    Non è stato confermato, ma non abbiamo smentito le indiscrezioni. Posso solo auspicare che venga. Non è un segreto che lo avrei voluto in pianta stabile nel team‘.

    Spazio anche alle polemiche sui costi – ‘Abbiamo reso la macchina più efficiente, ma chi vorrà aprioristicamente fare polemiche sui compensi lo farà sempre‘ -, alla possibilità di iniziative extra canore – domani il sindaco di Sanremo ha annunciato iniziative in favore dei mar, facendo inaugurare alle mogli dei due militari la fontana con i fasci di luci gialle; la Rai rispetta ma ‘Le iniziative politiche, lodevolissime, che il Comune deciderà di portare avanti, nulla hanno a che fare con una manifestazione di spettacolo televisivo‘, dice Leone – e, infine, ai super-ospiti:

    ‘Non abbiamo annunciato tutto, vedremo quando avremo conferme nei prossimi giorni. Sono in ballo novità molto importanti. Internazionali o divi, di certo sono nomi coerenti con il progetto. E che piacciono al grande pubblico’.

    1612

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Carlo ContiFestival di Sanremo 2014Festival di Sanremo 2015FiorelloPaolo BonolisRai Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/06/2016 07:50
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI