Festival di Sanremo 2014, la scenografia è un ‘omaggio alla bellezza trascurata dell’Italia’

Festival di Sanremo 2014, la scenografia è un ‘omaggio alla bellezza trascurata dell’Italia’

Festival di Sanremo 2014, la scenografia è un 'omaggio alla bellezza trascurata dell'Italia'

    Scenografia Sanremo 2014

    Se il Festival di Sanremo 2014 dovrà essere quello della bellezza, non potrà che esserlo sin dalla scenografia: la foto dell’anteprima scenografica è stata diffusa quest’oggi dal sito della Rai dedicato alla kermesse canora è ‘un palazzo italiano del Settecento apparentemente abbandonato dove ancora abitano armonia, eleganza e ricordi di fasti lontani‘, come da descrizione ufficiale. A firmare l’allestimento, per la seconda volta nella storia del Festival dopo l’edizione scorsa di Francesca Montinaro, è una donna, l’architetto Emanuela Trixie Zitkowsky, storica scenografa del Grande Fratello (ha curato anche la Casa della prossima edizione), che intende così ‘omaggiare la bellezza trascurata e all’Italia che a volte trascura le sue perle‘.

    Sul palco dell’Ariston, l’orchestra sarà sistemata sulle impalcature, i palchi saranno incartati con tele di iuta e lino, e gli affreschi nascosti dai ponteggi: tre le scalinate visibili, più una nascosta. ‘La scenografa interpreta con sensibilità il tema della bellezza, aspetto centrale della kermesse di quest’anno – spiegano gli addessi ai lavori – un tema che sarà evidenziato anche dagli effetti della regia, curata come sempre da Duccio Forzano‘.

    La Bellezza è il risultato di un compendio di armonie‘, spiega Emanuela Trixie Zitkowsky, che fa seguire un excursus storico:

    Per Platone il bello è ciò che offre all’occhio e alla mente proporzione e armonia, ordine e misura, in modo che la varietà degli elementi si disponga in gradi e si componga in un tutto plasmato e ordinato. Per Aristotele gli elementi del bello sono: l’ordine, la proporzione, il limite; la fonte del bello è nel senso innato del ritmo e dell’armonia e nell’istinto d’imitazione, raffinato da due facoltà: vedere le cose con chiarezza e rappresentarsele con perfetta obiettività. È pertanto impossibile averne la formula scientifica, solo l’Arte ci può aiutare con le armonie architettoniche, pittoriche e scultoree‘.

    In particolare, bisogna pensare alla scenografia di Sanremo 2014 in questi termini:

    Il tema scenografico interpreta la bellezza di un ipotetico palazzo settecentesco italiano, un salone che ha vissuto il suo splendore passato, ma il tempo e l’incuria sono stati i suoi peggiori nemici. Nonostante i fasti siano ormai lontani l’armonia rimane preponderante e non viene offuscata dalle ingiurie.

    Si avviano i restauri e nelle belle speranze, sopra un ponteggio, alloggia l’orchestra e la musica torna a riecheggiare nella sala. Lo scalone monumentale non riceve più importanti ospiti da tempo e, come per incanto, ad aiutarlo dal pavimento sorge una nuova scala tutta di luce, che accoglie i nuovi ospiti e li accompagna al centro della sala attraverso la guida di un tappeto luminoso‘.

    520

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Festival di Sanremo 2014Rai
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI