Festival di Sanremo 2014: Franca Valeri commuove l’Ariston con la sua forza

Ospite al Festival di Sanremo 2014, Franca Valeri commuove l'Ariston con la forza e la grande determinazione che la contraddistinguono

da , il

    Un momento di assoluta bellezza, così Fabio Fazio ha definito l’intervento di Franca Valeri al Festival di Sanremo 2014, una colonna portante del varietà della televisione italiana. La malattia e l’età non sono state tenere con lei, ma la grande attrice non ha alcuna intenzione di arrendersi e lotta come un leone per continuare a fare ciò che ama. Spettacolo.

    E’ entrata in scena seduta accanto a un tavolinetto, con abito rosso e telefono a portata di mano, proprio come quella sora Cecioni che tanti e tanti anni fa entrò nelle case degli italiani. Ed esattamente come allora, Franca Valeri chiama la mamma e le racconta dell’incredibile avventura che sta vivendo, ospite nientemeno che del Festival di Sanremo. Il suo desiderio è quello di incontrare Luciana Littizzetto e allora eccola comica che prontamente appare sul palco e tira fuori il suo di telefono, parlando con la sua di mamma. Passato e presente si mescolano in un monologo che ha ammutolito la platea.

    Poco importa che i 94 anni di età le abbiano rallentato i movimenti e il morbo di Parkinson le abbia reso difficile scandire le parole, lei non si ferma. L’emozione più grande è stata nel vedere con quanta grinta e determinazione questa piccola, grande donna porta avanti la propria battaglia e va dritta per la sua strada. Perché a dispetto di tutto Franca Valeri continua ancora ad esibirsi e a raccogliere applausi. Nel 2013 ha diretto due spettacoli teatrali e a luglio debutterà a Spoleto con la commedia ‘Il cambio dei cavalli’ e forse è questa la cosa più straordinaria di tutte, il motivo per cui Fabio Fazio l’ha voluta a Sanremo a tutti i costi. Non per mettere in scena un ritratto triste e decadente di un grande mito del passato, ma per raccontare la forza inesauribile di una grandissima artista, che non si piega di fronte alle brutture della vita.

    Fazio e la Littizzetto sono i primi a commuoversi e pure davanti allo schermo è difficile resistere all’occhio lucido. Il padrone di casa congeda l’ospite d’onore con il mazzo di fiori di rito e lei risponde: ‘Io ho seguito il Festival da sempre, da quando vinse Nilla Pizzi con ‘Grazie dei fior’.’ Standing ovation ampiamente meritata.