Fede querela Libero per l’affaire Meteorine

Fede querela Libero per l’affaire Meteorine

Emilio Fede ha deciso di querelare Libero per l'articolo sulle misure decise da Piersilvio Berlusconi in materia di 'veline' e 'meteorine' che insisteva in particolare sulla condotta del direttore del Tg4, 'accusato' dal quotidiano diretto da Maurizio Belpietro di "gestione disinvolta dell'arruolamento delle ragazze"

    Emilio Fede ha deciso di querelare Libero per l’articolo sulle misure decise da Piersilvio Berlusconi in materia di ‘veline’ e ‘meteorine’ che insisteva in particolare sulla condotta del direttore del Tg4, ‘accusato’ dal quotidiano diretto da Maurizio Belpietro di “gestione disinvolta dell’arruolamento delle ragazze“.

    Della circolare inviata da Piersilvio Berlusconi a tutto il comparto News di Mediaset, in cui il vicepresidente del Biscione segnalava l’obbligo per tutte le trasmissioni di rivolgersi all’Ufficio Casting Mediaset e di mettere fine ai provini personalizzati, abbiamo parlato ieri, mettendo in evidenza come il più ‘colpito’ da questa decisione sembrava essere Emilio Fede, in passato coinvolto nello scandalo Noemi Letizia, alla quale aveva fatto un provino come Meteorina del suo Tg4.

    Ebbene, Emilio Fede ha deciso di querelare il quotidiano Libero, diretto da Maurizio Belpietro, per le ‘calunnie’ contenute dall’articolo in cui si dava conto della ‘moralizzazione’ in atto a Mediaset.
    Ho dato mandato allo Studio Legale dell’avvocato Nadia Alecci – ha spiegato Fede in una nota stampa – di sporgere querela e richiesta di risarcimento danni al quotidiano Libero per un articolo gravemente lesivo della mia dignità umana e professionale, là dove si fa riferimento al ‘commissariamento’ del Tg4 ‘sulla gestione disinvolta dell’arruolamento delle ragazze’, da parte di Emilio Fede. E più avanti si dice ‘che nessuno – specie Fede – potrà vantare l’autonomia per contrattualizzare chicchessia specie le soubrette, dive, divette e aspiranti’“.

    Emilio Fede, quindi, scende in campo per difendere la propria moralità, messa seriamente in dubbio dall’ex amico Belpietro.

    Verrebbe da dire che si tratta di una gierra fratricida.

    328