Fabrizio Corona in carcere: confermata la condanna per l’ex re dei paparazzi

Fabrizio Corona in carcere: confermata la condanna per l’ex re dei paparazzi

Fabrizio Corona resta in carcere: la Corte di Cassazione ha attestato la sua pericolosità sociale, confermando i 15 anni di reclusione

    Fabrizio Corona resta in carcere, l’ha deciso la Corte di Cassazione. Il tribunale ha infatti confermato la sentenza precedentemente adottata, che condanna l’ex re dei paparazzi a 15 anni di reclusione. Nessuna luce alla fine del tunnel per il fotografo dei vip, che ha affidato i propri dolori a un’epistola letta da Piero Chiambretti in tv..

    Corona ha sentito il bisogno di mettere nero su bianco le sofferenze patite nei lunghi mesi di carcere e ha scelto di spedire il tutto a Chiambretti. Quest’ultimo ha pubblicamente letto il contenuto della lettera durante il suo programma ‘Chiambretti Supermarket’, in onda giovedì 15 maggio su Italia 1. Ecco uno stralcio:

    ‘Quando sono entrato in carcere sapevo che sarebbe stata una battaglia, e in una battaglia ci sono i momenti di inevitabile sconforto. La sensazione di non farcela… ma l’orgoglioso progetto di ricostruzione che ho deciso di fare su me stesso è stato più forte di tutta la merda che mi hanno tirato addosso in questi 480 giorni di galera. Mi sono attaccato al senso dell’impresa.

    Perché senza impresa non c’è evoluzione, non c’è neanche vita vera.’

    L’ex fotografo dei vip dovrà fare ricorso a questa sua determinazione, perché la Cassazione ha confermato i 15 anni di reclusione sanciti in precedenza. Corona, che è attualmente detenuto nel carcere Opera di Milano, è stato ritenuto un ‘criminale senza scrupoli, la cui vita è stata caratterizzata da frequentazioni criminali e da atteggiamenti fastidiosamente inclini alla violazione di ogni regola di civile convivenza’. A nulla sono valse le richieste dell’imputato: la sua pericolosità sociale è stata attestata in via definitiva.

    277