Fabio Volo a Televisionando: ‘Le Iene? Il programma più contemporaneo della televisione italiana’ [INTERVISTA]

Fabio Volo a Televisionando: ‘Le Iene? Il programma più contemporaneo della televisione italiana’ [INTERVISTA]
    Fabio Volo a Televisionando: ‘Le Iene? Il programma più contemporaneo della televisione italiana’ [INTERVISTA]

    Era il lontano 2001 quando Fabio Volo lasciava Le Iene. Quindici anni dopo, il suo ritorno nel programma di Davide Parenti per condurre, insieme a Geppi Cucciari e Miriam Leone, la puntata della domenica sera. Tantissimi i successi raggiunti durante questi tre lustri, tra tutti 15 film e la pubblicazione di 8 libri, bestseller da milioni di copie. Televisionando ha intervistato Volo a margine della conferenza stampa della presentazione della nuova edizione del programma, ‘il più moderno e contemporaneo della televisione italiana’.

    Un ritorno tanto atteso e, in qualche modo, prevedibile quello di Fabio Volo a Le Iene: ‘Quest’anno era l’anno perfetto perché il libro è già uscito e il film uscirà a breve. Il mio ritorno era da un po’ nell’aria: ci sarei tornato, ma non c’era mai l’occasione’, dice. ‘Sono un nostalgico, mi piace andare a trovare le mie radici. E poi lo faccio per vanità, come lo zio d’America che va a cercar fortuna e torna con la macchina piena di caciotte’.

    Insieme alle attese, altrettante aspettative, che, però, non intimoriscono Volo: ‘Il rischio non mi spaventa: faccio un lavoro performante, che mette a rischio tutto. La mia vita è così: metto tutto all in‘. E, in effetti, l’affermazione è coerente con tutte le esperienze maturate durante la sua carriera fino ad oggi: conduttore televisivo e radiofonico, attore di cinema e doppiatore, scrittore di successo.

    Dal lontano 2001, anno in cui Fabio Volo lasciò Le Iene per ‘spiccare il volo’, ne è passata di acqua sotto i ponti e il rischio di inflazionare la sua immagine o di fare un brutto scivolone rasentava soglie non bassissime; invece, nonostante i detrattori, è amato dal pubblico e resta sempre sulla cresta dell’onda.

    Domenica 24 gennaio darà inizio ufficialmente all’edizione 2016 de Le Iene Show insieme a Geppi Cucciari e Miriam Leone, in diretta dallo studio di Italia 1; a proposito di diretta, Fabio precisa che ‘è un programma vivo, non si può registrare’, e, in caso di cambi di scaletta improvvisi, ‘adattiamo il programma al momento’.

    Definisci Le Iene il programma più moderno e più contemporaneo della televisione italiana. Perché?
    In questi anni Le Iene sono cambiate perché è cambiato il Paese e, raccontando il Paese, automaticamente si cambia lo stile e cambia anche il narratore. Le considero contemporanee nel senso che sono sempre sulla notizia, su ciò che accade in quel momento, non solo nel mainstream, ma anche nelle sottoculture che si fanno notare.

    Ti rivedremo nelle vesti di inviato?
    Mi piacerebbe fare servizi perché è molto divertente: andare per strada ti rimane dentro, è una cosa molto bella. Purtroppo non ho il tempo, almeno in questa prima parte, perché sto facendo altro.

    Vorresti tornare a condurre un programma tutto tuo in prima serata?
    No, in questo momento non ho proprio il tempo e neanche la forza fisica per farlo, magari quando i bambini (i figli Sebastian e Gabriel, ndr) andranno a scuola!

    557

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IntervisteItalia 1Le Iene
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI