Fabio Fazio trasloca su Rai 1 in prima e seconda serata con un contratto da 11,2 milioni di euro in 4 anni

Le indiscrezioni sui palinsesti Rai della stagione 2017/2018 annunciano il passaggio su Rai 1 di Fabio Fazio insieme a Che tempo che fa. In sostituzione di quest'ultimo, Rai 3 pare stia pensando ad una promozione in prima serata di Petrolio di Duilio Giammaria, mentre anche Michele Santoro pare essere pronto per quattro docu-inchieste sulla terza rete della tv di Stato. Per Fazio il Cda della Rai ha raggiunto un accordo per offrirgli un contratto da 11,2 milioni di euro in 4 anni, per 32 prime serate e 32 seconde serate su Rai 1.

da , il

    Fabio Fazio trasloca su Rai 1 in prima e seconda serata con un contratto da 11,2 milioni di euro in 4 anni

    È ufficiale: Fabio Fazio trasloca su Rai 1 per 32 prime serate e 32 seconde serate dalla stagione televisiva 2017/2018. Il Cda Rai, in occasione dell’approvazione dei nuovi palinsesti autunnali, ha approvato anche la proposta di contratto per il conduttore di Che Tempo Che Fa, che lascia quindi Rai 3 insieme ai ‘compagni di viaggio’ Luciana Littizzetto e Nino Frassica. Il contratto prevede di portare sulla rete ammiraglia la sua nota trasmissione, nella prima serata della domenica sera e in seconda serata il lunedì, dopo il tradizionale appuntamento con la fiction. Per Fazio, si parla di una proposta di contratto di 11,2 milioni in 4 anni (circa 2,8 milioni l’anno), approvata a larga maggioranza.

    La proposta di contratto per Fazio è stata messa ai voti durante la riunione del Cda del 23 giugno, nella quale sono stati anche approvati i palinsesti per l’autunno 2017. Lo scrivono Adnkronos e Ansa, precisando anche, secondo quanto si apprende da fonti Rai, che la cifra complessiva sarebbe comprensiva del contratto per l’acquisizione della licenza sul format di ‘Che tempo che fa’ per 4 stagioni. In poche parole, la proposta di contratto di esclusiva con Fazio si aggirerebbe sui 2,2 milioni di euro l’anno, che salgono a 2,8 milioni con le voci legate ai diritti e al format delle sue trasmissioni.

    Fabio Fazio, contratto per Rai 1: le dichiarazioni della Maggioni e di Orfeo

    La proposta di contratto milionaria per Fabio Fazio ha fatto e farà discutere. Non potevano quindi mancare i commenti di ha contribuito al raggiungimento dell’accordo con il conduttore. ‘Lo sforzo fatto per non perdere il valore e la capacità di racconto di Fabio Fazio è direttamente connesso alla volontà di garantire un futuro all’azienda tenendola ancorata al mercato’. Lo afferma la presidente della Rai, Monica Maggioni, in una nota diffusa da Viale Mazzini al termine del Consiglio di amministrazione che ha approvato i palinsesti previsti per la prossima stagione autunnale.

    Il nuovo direttore generale Mario Orfeo ha commentato così, all’Ansa, il via libera del Cda alla proposta di contratto quadriennale in esclusiva con il conduttore: ‘Ringrazio il cda perché la presenza e la valorizzazione di Fabio Fazio nel palinsesto della Rai è un passaggio importante per il consolidamento della leadership della tv pubblica e per il rilancio dell’attrattività innovativa dell’azienda’.

    Aggiornamento a cura di Daniela Bellu

    Fabio Fazio trasloca su Rai 1? Petrolio e Michele Santoro approdano su Rai 3: le indiscrezioni sui palinsesti

    Dopo le deroghe dei compensi, Fabio Fazio potrebbe traslocare su Rai 1, mentre Petrolio di Duilio Giammaria e Michele Santoro pare siano pronti ad approdare su Rai 3. Le indiscrezioni sui palinsesti della stagione televisiva 2017/2018 si inseguono da giorni, mentre i vertici di Viale Mazzini sono impegnati con l’assegnazione di vecchi e nuovi programmi tv ai principali artisti della Rai. Dopo le polemiche sugli stipendi dei dipendenti Rai e le deroghe del Cda, dunque, Fazio potrebbe essere promosso sulla prima rete della tv di Stato insieme a Che tempo che fa.

    Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, pare che Fabio Fazio verrà promosso su Rai 1 insieme al programma che per anni ha condotto su Rai 3. In sostituzione di Che tempo che fa della domenica ci potrebbe essere Petrolio – che verrebbe promosso al prime time dopo aver occupato per anni la seconda serata della prima rete – mentre Michele Santoro avrebbe nelle mani quattro docu-inchieste. Il giornalista, infatti, è tornato a far parlare di se con un nuovo programma, M, che rappresenta una sorta di fusione tra cinema, teatro e televisione e i vertici di Viale Mazzini potrebbero aver pensato già ad altri progetti futuri per lui.

    Fabio Fazio trasloca su Rai 1 con Che tempo che fa?

    In attesa di sapere se Fabio Fazio firmerà un nuovo contratto con la Rai, ciò che è certo è che il conduttore non lascerà Che tempo che fa, programma condotto sul terzo canale della tv di Stato dal 2003.

    A conclusione dell’ultima puntata, infatti, Fazio annunciò che la trasmissione avrebbe avuto un seguito senza specificare, però, se sulla Rai o sul altre reti tv.

    Stando alle ultime indiscrezioni sui palinsesti 2017/2018 della Rai, Fabio Fazio sarebbe tra i presenti all’appello e pare essere anche pronto ad una promozione sul primo canale del servizio pubblico.

    ‘[…]Spero di poter annunciare presto la data del nuovo matrimonio con Fabio Fazio e Alberto Angela’ – ha dichiarato il nuovo Dg Rai, Mario Orfeo, nell’ambito del Premio Agnes, rendendo noto, dunque, che il contratto con il conduttore di Che tempo che fa non sia ancora stato firmato.

    Duilio Giammaria su Rai 3: Petrolio sostituisce Che tempo che fa?

    Se tutte le voci relative il ‘tele-mercato’ venissero confermate, Rai 3 si troverebbe a dover colmare il vuoto della domenica sera lasciato dal programma condotto da Fabio Fazio.

    Il sito Davide Maggio, però, annuncia che la rete di Daria Bignardi avrebbe già un asso nella manica: al posto di Che tempo che fa, ci sarà Petrolio, condotto da Duilio Giammaria.

    Il programma di approfondimento di Rai 1, che finora ha occupato la seconda serata del giovedì, sarebbe pronto per un passaggio in prime time su Rai 3 e andrebbe ad occupare il posto che è stato per anni di Che tempo che fa.

    Giammaria, dunque, potrebbe continuare ad indagare sulle cause del costante avvelenamento che intacca la quotidianità sulla terza rete della tv di Stato.

    Rai 3, l’arrivo di Michele Santoro con quattro docu-inchieste

    Petrolio in prima serata pare, però, che non sia l’unica novità nei palinsesti di Rai 3 del 2017/2018: insieme al programma di approfondimento, sbarcherà anche Michele Santoro.

    I rumors, infatti, parlano di quattro docu-inchieste che il giornalista avrebbe già in mano e che sarebbe pronto a proporre sulla terza rete della tv di Stato.

    Santoro tornerà a breve davanti alle telecamere con il programma M – in onda su Rai 2 il 22 e il 29 giugno 2017 – e ha già spiegato che si tratterà di un format sperimentale che non esclude dei nuovi appuntamenti.

    Non ci resta che attendere notizie ufficiali per conoscere i nuovi programmi che popoleranno la Rai dal prossimo settembre 2017.