Fabio Fazio pronto a lasciare la Rai: ‘Mai un’ingerenza politica così forte’

Fabio Fazio è tornato sull'argomento tetto dei compensi Rai, durante il Festival della tv e dei nuovi media di Dogliani. Il conduttore di Che Tempo Che Fa minaccia di lasciare la tv di Stato, in difficoltà a causa dell'eccessiva ingerenza politica nelle decisione aziendali. Il DG Campo Dall'Orto, presente allo stesso evento, rinnova la sua stima a Fazio.

da , il

    Fabio Fazio pronto a lasciare la Rai: ‘Mai un’ingerenza politica così forte’

    Fabio Fazio pronto a lasciare la Rai? L’addio del conduttore di Che Tempo Che Fa a Rai 3 sembra sempre più probabile, dopo le dichiarazioni rilasciate durante il Festival della tv e dei nuovi media di Dogliani. Il problema è sempre quello del tetto ai compensi Rai per i dipendenti, che ancora non ha trovato soluzione, ma anche l’ingerenza della politica nelle decisioni della TV di Stato che secondo Fazio sarebbe ormai diventata insostenibile.

    Fabio Fazio spiega le sue ragioni di un possibile abbandono della Rai durante un faccia a faccia con Aldo Grasso a Dogliani nel corso della manifestazione Festival della Tv e nuovi media. ‘Il teatrino è diventato quanto guadagniamo. Se questo è il problema, tolgo immediatamente il disturbo. Ho sopportato qualunque cosa, ora c’è l’esigenza di chiarezza: per rimanere bisogna sentirsi utili’, dice Fazio. E le sue parole suonano come un addio alla Rai e a Che Tempo Che Fa.

    LEGGI: FAZIO CONTRO IL TETTO DEGLI STIPENDI RAI

    Fabio Fazio lascia la Rai? ‘Non è difficile trovare un posto dove andare’

    La questione del tetto dei compensi per i dipendenti Rai, che comunque non ha trovato ancora soluzione, è un problema che Fazio ha sollevato più volte negli ultimi mesi: ‘La Rai è la mia azienda e la mia vita e le si sta chiedendo di fare una cosa contro natura, non posso tacere. Per me non è difficile trovare un posto dove andare. Sono un privilegiato, guadagno molto. Mi sono chiesto molte volte in questi mesi cosa dovrò fare’. Così ha ripetuto sabato a Dogliani, aggiungendo di essere pronto ad andare a lavorare dove c’è un’idea diversa di come si fa tv: ‘Per rimanere in Rai c’è la necessità che si dica che chi fa il mio mestiere è un valore per l’azienda e non un costo. Essere considerati un costo non è ammissibile se si vuole fare una tv che stia sul mercato’. Che sia Mediaset o Sky la sua prossima scelta lavorativa, Fabio Fazio è convinto di continuare a fare tv come ha sempre fatto: ‘Ho fatto un tratto bellissimo di strada con la Rai verso la quale ho una gratitudine senza fine. Poi le cose cambiano, cambia il mercato. Ma non credo che altrove cambierebbe il mio modo di essere e di fare televisione, anzi, ne sono sicuro’. Le alternative alla Rai non sembrano mancare, del resto: ‘Ci sono tanti tasti sul telecomando, ci si ritrova. Non bisogna mai vivere di rimpianti, penso che ci possano sempre essere opportunità. Da qualche parte ci saranno idee, farò il mio mestiere’.

    Fabio Fazio sulla Rai: ‘Ingerenza della politica inammissibile’

    Fabio Fazio crede che la questione del tetto compensi non sia l’unico problema della tv di Stato. È la forte ingerenza della politica nella Rai a creare un impasse nelle decisioni aziendali: ‘Non c’è un’azienda al mondo che possa reggere con qualcuno che da fuori mette continuamente paletti. Non è detto che l’assetto attuale sia quello giusto… Credo non ci sia mai stata un’ingerenza politica così grande sulla gestione dell’azienda. Non è né ammissibile né accettabile: così non si può lavorare’. E il problema più serio in questo momento sembra essere questo, perché la questione contratti in Rai è bloccata: ‘L’azienda in questi mesi non è stata messa nelle condizioni di lavorare. Siamo a maggio. Normalmente i contratti e i palinsesti per il prossimo anno sono fatti in questo periodo. A questo punto credo che il minor problema sia la mia sorte: il problema è quella del servizio pubblico’.

    Campo Dall’Orto su Fazio: ‘Per me è un patrimonio della Rai’

    Le dichiarazioni forti di Fazio sulla Rai vedono poi la discesa in campo del Direttore Generale Campo Dall’Orto, ospite anche lui sul palco a Dogliani. Campo Dall’Orto rinnova la sua stima al conduttore di Che Tempo Che Fa: ‘Fazio per me è un patrimonio della Rai. Non è un volto, è un autore, e la tv si fa con gli autori’. Precisando poi di essere in situazione delicata, dove trovare una soluzione al tetto dei compensi di 240mila euro sembra essere la priorità: ‘Sto lavorando in una situazione complessa e difficile perché abbiamo una tempistica molto stretta per il rinnovo dei palinsesti, dobbiamo aspettare le regole sui compensi’.

    Fabio Fazio