Fabio e Mingo sospesi da Striscia la Notizia: gli inviati indagati per simulazione di reato

Fabio e Mingo sospesi da Striscia la Notizia: gli inviati indagati per simulazione di reato

Fabio e Mingo sospesi da Striscia la notizia e ora indagati per simulazione di reato

    Fabio e Mingo sono stati sospesi da Striscia la Notizia e ora indagati per simulazione di reato. La vicenda ha suscitato molto scalpore in primis perché i due inviati hanno saputo negli anni farsi apprezzare dal pubblico, e in secondo luogo perché la sospensione è giunta repentina e senza spiegazioni di sorta. Poi la verità è venuta a galla. Ora, l’epilogo. O, per meglio dire, l’inizio di una vicenda giudiziaria. Fabio e Mingo sono stati iscritti ufficialmente nel registro degli indagati per un servizio falso. A dare la notizia è stata l’agenzia stampa AdnKronos.

    Il servizio oggetto delle indagini risale al 2013 e riguarda un presunto falso avvocato. A quanto pare, un ‘falso falso avvocato‘, quindi nient’altro che un attore ingaggiato da Fabio e Mingo (secondo l’accusa, ovviamente). Anche lui è stato iscritto al registro degli indagati. E Striscia la Notizia? Per ora i responsabili del programma non sono stati raggiunti da avvisi di garanzia e, anzi, hanno denunciato Fabio e Mingo per truffa, costituendosi come parte lesa. Il fascicolo d’inchiesta è coordinato dal pm di Bari, Isabella Ginefra.

    Nel frattempo, Striscia la Notizia continua come sempre (o quasi). Si vocifera addirittura che sia pronto un sostituto, Almo Bibolotti.

    Aggiornamento dell’11 maggio 2015 a cura di Giuseppe Briganti

    Fabio e Mingo sospesi da Striscia la notizia per due servizi falsi. Arriva la replica degli inviati

    Fabio e Mingo sono stati sospesi da Striscia la Notizia, a causa di due servizi falsi: come era prevedibile, è arrivata puntuale la replica dei due inviati. Dopo l’informazione che Antonio Ricci, attraverso il Gabbibo, ha diffuso durante la puntata del tg satirico andata in onda martedì 5 maggio 2015, Fabio e Mingo hanno deciso di rispondere alle ‘accuse’ che gli sono state rivolte e che hanno messo sotto una cattiva luce il loro operato. A sole due ore dalla messa inonda della puntata, i due pugliesi hanno deciso di rompere il silenzio.

    Dopo le parole usate dal Gabibbo, ossia Antonio Ricci, durante la puntata di ieri 5 maggio 2015 di Sriscia la Notizia, era prevedibile che arrivasse la replica di Fabio e Mingo. I due inviati sono stati sospesi a causa di due servizi falsi, per cui il tg satirico provvederà adesso ad accertarne le responsabilità legali. Chiarito il mistero della sospensione e mentre il tg continua a cercare due sostituti degli inviati pugliesi con laurea in giurisprudenza, attraverso una nota Ansa, Fabio e Mingo hanno deciso di replicare. Gli ex inviati si stupiscono delle parole che il Gabibbo ha usato nei loro confronti: il lavoro è stato svolto sempre nel migliore dei modi. Infatti, i due chiariscono di aver sempre messo in campo le loro qualità di attori per portare a termine servizi prodotti seguendo sempre le indicazioni ricevute. Fabio e Mingo ci tengono a precisare che hanno sempre assecondato le richieste provenienti dagli autori del programma nella scelta e nella modalità di esecuzione dei servizi: con queste parole, si sottolinea, dunque, che se anche i servizi non fossero veritieri sarebbero stati gli autori stessi ad aver dato indicazioni al riguardo. Di chi saranno le colpe? Quello che sembra evidente è che il botta e risposta è solo all’inizio!

    Aggiornamento del 6 maggio 2015 a cura di Francesca Ajello

    Fabio e Mingo sospesi da Striscia la notizia: il motivo sono due servizi falsi
    Fabio e Mingo sono stati sospesi da Striscia la Notizia, a causa di due servizi falsi: la spiegazione di Antonio Ricci – come al solito tramite Gabibbo, lo stesso che aveva annunciato il provvedimento punitivo – è arrivata nel corso della puntata di martedì 5 maggio 2015, in onda pochi minuti fa su Canale 5. Nessuna sospensione di Fabio e Mingo a causa della denuncia del direttore della Asl di Pescara: ma quali sono i servizi falsi? E quali saranno le conseguenze per i due inviati? Ve lo sveliamo dopo il salto.

    Striscia, servizio sul falso avvocato

    Fabio e Mingo sono stati sospesi da Striscia la Notizia, a causa di due servizi falsi: come spiegato dal Gabibbo nella puntata del 5 maggio 2015, la decisione è arrivata a causa della scoperta che i servizi sul finto avvocato e sulla maga sudamericana sono stati falsati, di qui la sospensione del duo dal tg satirico, con annesso ricorso per vie legali, ‘perché se è vero che i panni sporchi si lavano in famiglia, voi telespettatori siete la nostra famiglia‘, ha chiuso il Gabibbo.

    E pensare che i due inviati, all’indomani della sospensione da Strisica, si erano detti scioccati ed increduli: dopo le affermazioni del Gabibbo arriveranno controrepliche? Saremo qui a riferirvelo.

    Striscia Gabibbo

    Aggiornamento di Fulvia Leopardi del 5 maggio 2015

    Fabio e Mingo sospesi da Striscia la notizia: i due inviati sono ‘perplessi ma tranquilli’

    Fabio e Mingo sospesi da Striscia la notizia, le dichiarazioni dei due inviati mentre dal tg satirico si mantiene il silenzio e anzi si va in cerca di nuovi volti. Dall’account Twitter della trasmissione è partito un invito ai fan di Striscia e/o aspiranti giornalisti – preferibilmente laureati in giurisprudenza – a far arrivare in redazione un servizio ‘dimostrativo’, della durata non superiore ai 4 minuti. Non è chiaro se le due cose siano collegate, ma come diceva qualcuno, a pensar male si fa peccato… ma spesso ci si azzecca.

    Fabio e Mingo sospesi da Striscia La notizia, finalmente arriva la loro versione (più o meno). È TV, Sorrisi e Canzoni a fornire le prime dichiarazioni dei due, rilasciate dopo giorni di silenzio. Mingo, in particolare, ha confessato di essere caduto dalle nuvole, e che entrambi sono sereni anche se non riescono a contattare né la produzione né Antonio Ricci.

    Non sappiamo cosa pensare, se sia una trovata di Ricci‘, aggiunge l’invitato (ex?). Anche Fabio, solitamente silenzioso, si è detto tranquillo oltreché perplesso, e oltre a ringraziare i fan per l’affetto ha definito la situazione surreale, ma si è anche detto sicuro che qualcuno, nei prossimi giorni, farà sapere qualcosa ad entrambi.

    Bocche cucite, invece, da Striscia la notizia: ‘Non possiamo aggiungere altro‘, dice l’ufficio stampa della trasmissione di Canale 5, che nel frattempo, come detto sopra, cerca nuovi inviati.

    Aggiornamento di Fulvia Leopardi del 29 aprile 2015

    Fabio e Mingo sospesi da Striscia la notizia: i motivi restano avvolti nel mistero

    Fabio e Mingo sospesi da Striscia la notizia, ma perché? I motivi restano avvolti nel mistero, l’unica certezza è che alla redazione sono arrivate non meglio precisate segnalazioni, allo stato non ancora rivelate. Che sia tutta una trovata per far alzare gli ascolti? Complice anche il ponte del 25 aprile il mistero è sempre più fitto, e né dai diretti interessati né dal tg satirico di Canale 5 giungono commenti: intanto è però scattata la solidarietà dei fan, che su facebook hanno aperto un gruppo in sostegno dei conduttori.

    Fabio e Mingo sospesi da Striscia la notizia, ma il perché ancora non c’è. La tesi che circola con più forza è quella che parla di un servizio della coppia sull’Asl di Pescara, che ha querelato il tg satirico, ma non mancano questioni personali - la coppia sarebbe ‘scoppiata’ perché la moglie di Mingo ha cominciato a firmare i servizi al posto di Fabio – o lavorative – non è chiaro se Fabio e Mingo abbiamo cominciato a lavorare a ‘latere’ di Striscia.

    Contattata dai giornalisti, la coppia si è chiusa nel riserbo: unico accenno alla vicenda, un commento sul profilo facebook di Fabio, che scrive: ‘Grazie amici di fb. Vi voglio bene. Siete tutti nel mio cuore‘. Presumibilmente stasera se ne saprà di più, ma i fan sperano che non si tratti dell’ennesima bufala… altrimenti sì, che Striscia potrebbe essere definita peggio di Masterchef.

    Aggiornamento di Fulvia Leopardi del 27 aprile 2015

    Fabio e Mingo sospesi da Striscia la notizia per ‘segnalazioni arrivate in redazione’

    Fabio e Mingo sospesi da Striscia la notizia per ‘segnalazioni arrivate in redazione’. A dare l’annuncio della sospensione dei due inviati, al secolo Fabio De Nunzio e Domenico De Pasquale, è stato il Gabibbo, pur senza fornire spiegazioni di sorta. ‘Dato che noi non siamo Masterchef, abbiamo sospeso Fabio e Mingo per alcune segnalazioni giunte alla redazione pugliese di Striscia, e saranno sospesi finché non le avremo verificate‘, ha detto il pupazzo rosso nel corso della puntata di giovedì 23 aprile 2015. Secondo le indiscrezioni, la sospensione dovrebbe essere relativa al caso del servizio sulla Asl di Pescara, con l’azienda (sanitaria) che ha annunciato querele.

    Fabio e Mingo

    Fabio e Mingo sospesi da Striscia la notizia per ‘segnalazioni arrivate in redazione’. La notizia bomba è arrivata dopo l’ennesimo servizio sul caso Stefano Callegaro non poteva partecipare a Masterchef in quanto chef professionista, quando il Gabibbo ha sottolineato che non essendo il tg satirico di Canale 5 come il talent di Sky, avrebbe sospeso i suoi inviati per alcune segnalazioni arrivate in redazione. Sconosciuta l’origine di queste segnalazioni, anche se molti utenti hanno ricollegato la decisione ad uno degli ultimi servizi del tg sul caso della Asl di Pescara, per cui Striscia, a causa della messa in onda di immagini inesatte, sarebbe stata querelata per calunnia e diffamazione.

    Nei giorni scorsi Fabio e Mingo avevano consegnato un provolone d’oro – grosso modo l’equivalente del Tapiro – al direttore della Asl pescarese Claudio D’Amario per l’acquisto di un palazzo in via Rigopiano costato alla Asl 2,8 milioni di euro, poco meno di due milioni di euro in più rispetto a quanto, cinque anni fa, il palazzo era costato al proprietario. Nel servizio nel servizio erano state trasmesse le immagini di un supermercato chiuso e fatiscente, ma non quello che la Asl aveva comprato. Già all’epoca D’Amario si era fatto sentire: ‘Ho spiegato per circa mezz’ora la questione, ma la realtà dei fatti è stata deformata. Striscia la notizia è seguita in media da 8 milioni di telespettatori, è inammissibile una cosa del genere: di conseguenza, dopo aver valutato bene qual è la Procura di competenza sporgeremo denuncia e chiederemo il sequestro della puntata e il risarcimento dei danni subìti dalla Asl e dal sottoscritto‘.

    1933

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI