Fabiano del Grande Fratello 6 indagato per sfruttamento della prostituzione

Fabiano del Grande Fratello 6 indagato per sfruttamento della prostituzione

Fabiano del Grande Fratello 6 indagato per sfruttamento della prostituzione

    Fabiano Reffe, meglio conosciuto dal pubblico del Grande Fratello 6 con il diminutivo Fefè, è stato rinviato a giudizio dal tribunale di Frosinone con l’accusa di sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. A detta degli investigatori la sua posizione non sarebbe marginale.

    Fabiano è tra le 18 persone individuate grazie all’operazione dei Carabinieri denominata “Zeus”, conclusasi lo scorso luglio, e rinviate a giudizio: tra loro anche i titolari di alcuni night club per i quali Fabiano ha lavorato come buttafuori prima del Grande Fratello, nonchè un poliziotto e un carabiniere. Secondo le indagini oltre 100 donne, provenienti dalla Romania e dall’Albania, erano giunte clandestinamente in Italia per essere avviate alla prostituzione in locali notturni nelle province di Frosinone e Latina.

    Al centro di questo traffico vi sarebbero alcune organizzazioni criminose che operavano intorno all’Avana Club di Alatri e La Bahia di Casamari: ai vertici di una di vi sarebbe stato il titolare del night club Olimpo di Ferentino. Sempre secondo le indagini, ogni sera i titolari dei club avrebbero dato 30 euro a ciascuna ragazza a prescindere dalle prestazioni sessuali che riuscivano ad avere.
    Secondo i Carabinieri, in qualità di buttafuori Fabiano non poteva non sapere, anzi avrebbe anche avuto un ruolo di rilievo: per questo dovrà presentarsi dinanzi ai giudici il prossimo 6 maggio per l’udienza dibattimentale.

    275

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI