Er, 90210, Treme, Boardwalk Empire: casting e novità

Anthony Edwards, E

da , il

    Er, George Clooney e Julianna Margulies

    Torna o non torna? Dopo George Clooney (che torna) ER rischia di cominciare un’altra telenovelas per cui bisogna sfogliare la margherita: parliamo di Julianna Margulies, che dovrebbe apparire nella stagione finale di ER (il cui ultimo episodio sarà mandato in onda il 2 aprile preceduto da un’ora di ‘retrospettiva’).

    L’attrice, che nella serie ha interpretato l’infermiera Carol Hathaway dal 1994 al 2000, al momento non ha rilasciato dichiarazioni in merito, ma secondo Anthony Edwards sì, tornerà: in un’intervista a Us Weekly, l’attore ha detto “Sicuramente sì, non ho niente di certo per dire che Julianna tornerà in ER, ma penso accadrà“.

    Ricordiamo che il personaggio della Margulies aveva lasciato ER per vivere a Seattle con Doug Ross/George Clooney, e considerato che Clooney è stato fotografato sul set nei giorni scorsi, non è improbabile che forse vedremo anche l’infermiera Carol: “Sono contento per lo show, ha detto ancora Edwards, perché quasi tutti quelli del cast originali sono tornati, ed è una bella cosa. Penso che questo significhi che sono riconoscenti per quanto lo show ha dato loro“. (continua dopo la foto)

    La foto qui sopra ed il video qui sotto ufficializzano quello che già avevamo scritto tempo fa, ossia: Donna Martin (al secolo Tori Spelling) è tornata nel nuovo 90210! (continua dopo il video)

    Come si vede dalla foto (e più dal video, che è una scena in cui Donna e Kelly vanno a pranzo insieme), il personaggio di Tori Spelling non pare neanche messa male finanziariamente…

    Secondo Kristin di E! Online, la fortuna di Donna deriva dall’esssere la proprietaria di una catena di negozi che va molto forte in Giappone, e la Martin arriva nella serie perché sta considerando di aprire una filiale a Los Angeles. L’apparizione dell’attrice, lo ricordiamo, è prevista in una delle puntate del finale di stagione.

    Steve Zahn e Kim Dickens sono in trattative per apparire nel pilot di Treme: la serie, in onda sulla HBO semmai le sarà dato il via libera, è incentrata sul post uragano Katrina, e racconterà la ricostruzione di New Orleans vista dagli occhi di alcuni musicisti locali.

    In particolare, Zahn sarà Davis Rogan, uno street-dancer, dj di una radio locale e membro di una banda che avrà seri problemi di rabbia, mentre la Dickens sarà una chef che ha lavorato duramente per aprire il suo ristorante, e che ha una relazione di alti e bassi con Rogan. In Treme, lo ricordiamo, appariranno anche Clark Peters, Wendell Pierce e Khandi Alexander.

    Stephen Graham ha ottenuto un ruolo in “Boardwalk Empire“, dove interpreterà niente meno che un ventenne Al Capone, che si scontrerà con il personaggio di Jimmy Darmody (Michael Pitt), tirapiedi del contrabbandiere di liquori Nucky Johnson (Steve Buscemi).

    Novità per “My American Family“: Jason Winer è stato scritturato come regista, mentre Sofia Vergara sarà una delle co-protagoniste, la moglie di origini latino-americane di un uomo più vecchio di lei di 30 anni; la serie, lo ricordiamo, narra le vite di tre famiglie, una ‘tradizionale’, una gay, e una mista.

    Eden Sher farà parte del cast di “The Middle“, incentrata su una coppia borghese che fa i conti con le difficoltà emozionali e finanziarie di crescere tre figli: l’attrice, già vista in Weeds, sarà la figlia di mezzo, il cui unico tratto distintivo è quello di essere “nella media in tutti i sensi”.

    Chiudiamo, infine, con una ‘carrellata’ di registi: Dean Parisot sarà il regista di “I, Claudia“, (poi diventato See Cate Run) serie incentrata su una giovane avvocato (Claudia McIntire) che in un futuro non si sa quanto lontano sarà candidata alle presidenziali; Yves Simoneau dirigerà invece il pilot del remake dei Visitors, intitolato semplicemente V.

    E nell’attesa del 13 febbraio…godetevi il promo di Dollhouse!