Enzo Cannavale è morto: addio al volto innocente della comicità napoletana

Enzo Cannavale è morto: addio al volto innocente della comicità napoletana

E' morto Enzo Cannavale, uno dei volti più amati della comicità napoletana

da in Attualità
Ultimo aggiornamento:

    Enzo Cannavale copy

    E’ morto nella notte alla vigilia del suo 83mo compleanno Enzo Cannavale, uno dei portabandiera della comicità napoletana e amatissimo dal pubblico teatrale, cinematografico e televisivo italiano. Vincitore del premio Oscar con Nuovo Cinema Paradiso di Tornatore, ha calcato il palcoscenici con Eduardo De Filippo e ha attraversato tutte le fasi del cinema italiano, dalle commedie di serie B anni ’70/’80 alle opere di Nanny Loy e Marco Ferreri. Non mancano nella sua filmografia anche diverse fiction tv, da Francesca e Nunziata del 2001 della Wertmuller alla serie tv comica Anni ’50, con Ezio Greggio.

    Enzo Cannavale non ha disdegnato nulla nella sua lunga e prolifica carriera: partito dal teatro, che non ha mai abbandonato, è passato per i set cinematografici – conquistando nel 1988 il Nastro d’Argento come migliore attore non protagonista per 32 dicembre di Luciano De Crescenzo (di cui in basso vi proponiamo il momento ‘clou’) – approdando poi alla tv, dove non ha sempre trovato ruoli all’altezza della sua bravura (lo ricordiamo anche in un film tv Mediset degli inizi degli anni ’90, Favola, che segnò il debutto ‘fictional’ di Ambra Angiolini, fresca di Non è La Rai).



    Volto innocente di una Napoli che ormai sembra lontana, con la sua ‘specializzazione’ in caratteri ingenui, puliti, senza malizia, Enzo Cannavale resterà certo uno dei comici partenopei più amati d’Italia: avrebbe compiuto 83 anni il prossimo 5 aprile, ma il suo cuore si è fermato prima. La sua eterogenea filmografia, per fortuna, ci permetterà di ricordarlo a lungo.

    305

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Attualità