Enrico Mentana a L’Intervista: ‘La passionaccia’ per il suo grande amore: il giornalismo

Enrico Mentana a L’Intervista: ‘La passionaccia’ per il suo grande amore: il giornalismo

A concludere questa nuova avventura intrapresa da Maurizio Costanzo, lo storico giornalista nonché direttore del Tg di La7.

    Enrico Mentana a L’Intervista: ‘La passionaccia’ per il suo grande amore: il giornalismo

    Enrico Mentana a L’Intervista con la ‘passionaccia’ per il giornalismo si è raccontato nell’ultima puntata del nuovo format di Maurizio Costanzo, andata in onda il 17 novembre 2016 su Canale 5. Il direttore del Tg di La7 ha espresso tutto l’amore che prova per il giornalismo attraverso il lato ironico che è solito nascondere e svelando i segreti che da anni caratterizzano la propria professione: ‘A me è sempre piaciuto quello che ho fatto’. Insomma, sotto nuove vesti, uno dei giornalisti storici della nostra televisione.

    Enrico Mentana ha rappresentato l’anima dell’ultima puntata de L’Intervista, lo storico giornalista della televisione italiana, nonché attualmente direttore del Tg di La7.
    Per l’ex giornalista di Mediaset, l’invito di Maurizio Costanzo ha significato un ritorno al passato presso la rete che per tanto tempo l’ha accompagnato professionalmente. In merito al ricordo dei tempi passati, il direttore del Tg7 ha ricordato la scomparsa della giovane lecchese Eluana Englaro, morta il 9 febbraio 2009: quella stessa sera su Canale 5 veniva trasmesso il Grande Fratello, in particolare una ragazza che piangeva. Il motivo? Era stata eliminata. Questo, il fatto determinante della svolta.

    Ad introdurre Enrico Mentana a L’Intervista, è stato il commovente ricordo del padre Franco Mentana, grande giornalista de ‘La Gazzetta dello Sport’: ‘Non ho voluto fare il direttore alla Gazzetta dello Sport, perché era il giornale di mio padre’, ha esclamato l’intervistato.
    Enrico Mentana ha saputo stupire il pubblico di Canale 5 attraverso riflessioni espresse con semplicità ed ironia; un uomo molto attaccato alla famiglia, ai quattro figli con i quali preferirebbe trascorrere più tempo: ‘Bisogna godersi quella cosa che molti di noi non si sanno godere, ci vuole la capacità di staccarsi progressivamente dal lavoro, godersi la vita’.

    Un uomo dalle mille sfumature il direttore del Tg7, un uomo che ama il proprio lavoro, che parla di ‘passionaccia’ per il giornalismo, un uomo dalle facili arrabbiature se si tratta di ‘messa in onda’: Enrico Mentana è protagonista di insolite e furiose reazioni per mancato collegamento, per errori tecnici o distrazioni della troupe che, molto spesso, si sono prolungati durante la diretta dei suoi telegiornali. Dopo la visione di un lungo video ritraente gli epici ‘On e Off’ dello storico giornalista, timide risate hanno calcato il viso dell’intervistato: ‘Ti diverte anche arrabbiarti’, ha scherzato il conduttore; ’Dio Salvi la Regina’, ha replicato Mentana.

    costanzo mentana l'intervista

    Enrico Mentana ha sempre amato il proprio lavoro, quello del giornalista.

    Il compito sembra essere semplice: ‘Chi fa il giornalista riporta la realtà, è la realtà che deve cambiare. Non tu’. Con la parola ‘passionaccia’, il direttore ha voluto intendere ‘una sorta di missione laica e senza ordini, se non quello professionale, fatta di fiuto, di voglia di fare, di narcisismo, di passione civile. Quell’impasto che è il giornalismo quando ti riesce’; in una frase, l’amore per ciò che fa.

    Sono sei anni che Enrico Mentana è a capo del Tg di La7, sei anni in cui non ha potuto assumere neanche un giovane. Questa è la risposta data dal giornalista nel momento in cui Maurizio Costanzo ha pronunciato le seguenti parole: ‘Pensa a quanti giovani hai fatto ‘crescere’.
    Gli Amici? ‘Nell’ambiente lavorativo, gli amici sono pochi. Se uno usa le dita delle due mani per contare gli amici, sta largo’, ha confessato il direttore.

    Il fondatore del Tg5 ha esposto il proprio lato fedele, sottolineando l’importanza di Dio nella sua vita, l’importanza delle religioni per la convivenza umana: ‘Se non ci fossero state le religioni, il mondo sarebbe una foresta’. Secondo Enrico Mentana Dio ha un valore temperato, Dio c’è.
    Un video sulle varie figure politiche di più fama ha preso il sopravvento facendo sorridere l’intervistato, d’altronde la politica è un suo punto fermo di interesse: ‘La Merkel? La più grande figura politica del continente europeo’, ha esclamato soddisfatto Mentana. Su Hillary Clinton, invece, ha preferito rimanere imparziale: ‘Può essere tutto o niente’.

    Insomma, Enrico Mentana si è ‘spogliato’ di tutta la compostezza che lo perseguita quotidianamente al lavoro per un’Intervista ironica, profonda e riflessiva.
    Con la seconda serata del 17 novembre, Maurizio Costanzo ha concluso questa nuova avventura, ringraziando i telespettatori che l’hanno seguito e sostenuto: ‘Al prossimo anno’.

    875

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI