Emma Marrone: ‘Se fai Amici o sei sfigata o sei raccomandata. Ma sono ancora qua’

Emma Marrone: ‘Se fai Amici o sei sfigata o sei raccomandata. Ma sono ancora qua’

Emma Marrone senza peli sulla lingua contro chi critica Amici: 'Se lo fai sei una sfigata o una raccomandata'

    Riuscirà mai Emma Marrone a togliersi di dosso l’etichetta di ex concorrente di Amici? La cantante salentina, ospite di Red Ronnie al Roxy Bar, si è espressa in merito, parlando anche di talent show. A proposito del programma di Maria De Filippi che l’ha lanciata, Emma ha raccontato, rievocando anche i propri inizi nel mondo della musica: “Provengo da una storia lunghissima, che molti poi hanno un po’ limitato ad Amici, che è diventato una discriminante. Se fai Amici o sei una sfigata, o una paraculata o automaticamente hai delle agevolazioni. Ho iniziato a fare musica da giovanissima con i viaggi di notte nel pendolino Lecce-Milano per mandare i dischi alle case discografiche. Ma è difficile entrarci e di porte in faccia ne ho prese tante“.

    La scelta di provare ad entrare ad Amici, insomma, è stata quasi obbligata: “Non avendo soldi per produrre un mio lavoro sono andata ad Amici, che è stata una piattaforma che mi ha consentito di cantare e di esprimermi e in cui mi hanno anche pagato per farlo. Ho fatto i provini come miliardi di persone. C’è chi mi ha detto, come se si trattasse di una brutta malattia: ’6 mesi ed è finita’. Dopo 4 anni sono ancora qui e rompo le palle su iTunes“.

    L’interprete di Amami ha dimostrato che, con il carattere e le giuste capacità, si può sfondare a prescindere dal passato. A proposito di talent show, Emma non ha avuto peli sulla lingua: “L’abito del talent show lo usate come la copertina di Linus perché avete paura di ammettere che i vostri pregiudizi sono andati tutti a farsi fottere o non accettate il fatto che una come me o come tante altre persone che hanno fatto i talent abbia un posto nella musica italiana? Fare i talent show non significa non essere una musicista, non usare la chitarra, non scrivere un pezzo che diventa un singolo multiplatino. C’è una sorta di paura? Ho visto di peggio nella musica“.

    Curioso, per altro, che le parole della Marrone (a proposito, pare che la sua storia con Marco Bocci stia vivendo qualche turbolenza di troppo) giungano in un contesto non propriamente favorevole al mondo dei talent (Red Ronnie si è sempre mostrato ostile a quel tipo di trasmissioni): “Per questo sono venuta qui. Io voglio solo vendere i dischi e li sto vendendo.

    Non avevo i pezzi pronti nel talent, ma non serviva. Ho avuto i fondi per fare i dischi. Bisogna essere per forza cantautori per non perdere la dignità? C’è chi interpreta, c’è chi canta canzoni proprie. Quando ne ho voglia canto canzoni mie“.

    E’ una Emma battagliera e orgogliosa, senza dubbio.

    494

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE