Emma Marrone, il videoclip ufficiale di Io son per te l’amore

Ecco il videoclip ufficiale di Io son per te l'amore, ultimo singolo di Emma Marrone, vincitrice di Amici 9 e seconda a Sanremo 2011 insieme ai Modà

da , il

    Emma Marrone imbraccia e suona una chitarra tra le strade di New York nel videoclip ufficiale di Io son per te l’amore, singolo tratto dal suo ultimo album, A me piace così – Sanremo Edition, pubblicato in occasione della sua partecipazione al Festival di Sanremo 2011 (dove è arrivata seconda insieme ai Modà), contenente la splendida Arriverà e già disco di platino. Il video della canzone, una delle due scritte da Francesco “Kekko” Silvestre per la vincitrice di Amici 9 (l’altra si intitola Per sempre), è stato pubblicato in anteprima dal sito del Corriere della sera. In alto il videoclip e dopo il salto il testo di Io son per te l’amore.

    Giacca di pelle, jeans e stivali: è un’aggressiva Emma Marrone quella che si vede nel videoclip ufficiale del suo ultimo singolo Io son per te l’amore, dove però c’è spazio anche per qualche mise un po’ più sensuale, tacchi alti, gonna corta e una scollatura che esalta il suo prosperoso décolleté.

    Io son per te l’amore è una canzone di successo che mette in evidenza la potenza vocale della cantante salentina e che descrive bene la sua travagliata storia d’amore con Stefano De Martino, il ballerino di Amici 9 con cui ha ritrovato il feeling dopo la breve sbandata con Giulia Pauselli.

    Ecco il testo di “Io son per te l’amore”:

    Davvero vuoi convincermi che tutto è stato inutile tra noi E incasso anche quest’ultima tagliente tua bugia Se non ci fosse questa maledetta nostalgia che ci rende ridicoli orgogliosi quanto basta fino a ucciderci guardami negli occhi poi convincimi che è stato un brutto sogno vienimi a svegliare Parla pure piano ma dimmi che senza di me tu non puoi stare Stringi pure piano ma tanto quanto basta per poter capire che non se ne andrà l’odore che io son per te l’amore E raccontare a estranei di tutti i fatti miei su noi Rivivere gli stessi giorni da una fotografia Se non ci fosse questa maledetta nostalgia che ci rende ridicoli orgogliosi quanto basta fino a ucciderci guardami negli occhi poi convincimi che è stato un brutto sogno vienimi a svegliare Parla pure piano ma dimmi che senza di me tu non puoi stare Stringi pure piano ma tanto quanto basta per poter capire che non se ne andrà l’odore che io son per te l’amore Parla pure piano ma dimmi che senza di me tu non puoi stare Stringi pure piano ma tanto quanto basta per poter capire che non se ne andrà l’odore che io son per te l’amore