Emilio Fede trova la soluzione civile alle proteste studentesche: “Meniamoli!”

Emilio Fede trova la soluzione civile alle proteste studentesche: “Meniamoli!”

Emilio Fede suggerisce un sistema civile per sedare le proteste studentesche contro la riforma Gelmini: "Interveniamo e meniamoli"

    Infuria la polemica su Emilio Fede che nel commentare la nuova Onda di protesta studentesca contro la Riforma Gelmini, che ha portato ricercatori e studenti a occupare Università e monumenti storici e che mercoledì ha avuto una propaggine piuttosto agitata davanti al Senato, ha dichiarato: “Un popolo civile come il nostro dovrebbe intervenire e menarli perché questi capiscono solo di essere menati“. In realtà chi è stato poi ‘menato’ in un ristorante è stato proprio Fede, mentre ieri, tornando alla Riforma Gelmini, il ministro dell’Istruzione si è distratto è ha votato contro la sua riforma.

    Un popolo civile come il nostro dovrebbe intervenire e menarli perché questi capiscono solo di essere menati“: questo il civile suggerimento dato da Emilio Fede durante il Tg4 di mercoledì sera per sedare le proteste della nuova Onda che sta agitando le Università di tutta Italia, contrarie alla Riforma Gelmini, Una dichiarazione che ha avuto immediate conseguenze politiche, con l’opposizione scesa sul piede di guerra per questa ‘istigazione’ alla violenza che poi Fede ha cercato di ridimensionare prima con una nota stampa poi con un collegamento con un rappresentante nazionale degli studenti in collegamento telefonico (alquanto disturbato) nell’edizione del Tg4 di ieri sera. “Nessun invito a rispondere con violenza alla violenza – ha specificato Fede ieri – Piuttosto la speranza che l’accordo ci sia e che chi manifesta non sia ispirato ideologicamente a quella politica che vuole a tutti i costi creare difficoltà al governo del Paese“.

    L”invito’ di Fede è giunto, peraltro, all’indomani di un’aggressione subita proprio dal direttore del Tg4, avvenuta martedì 23 novembre in un ristorante a Milano: ad aggredirlo un noto imprenditore, Gian Germano Giuliani – quello dell’amaro che aiuta a digerire, per intenderci – che l’ha insultato oltre a sferrargli qualche pugno; l’imprenditore si è poi scusato, ma il direttore non è propenso a perdonarlo.

    Chiudiamo però con una chicca che ha ‘alleggerito’ la difficile giornata politica di ieri: alla Camera si votava la Riforma Gelmini alla presenza del Ministro dell’Istruzione e del Ministro alla Giustizia Angelino Alfano, ma i due esponenti del Governo si sono evidentemente distratti e hanno votato contro la riforma, insieme all’opposizione.

    I due si sono poi corretti, ma l’effetto comico (per non dire altro) è garantito. In basso le immagini.

    447

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI