Emergenza maltempo, edizione straordinaria del Tg1 alle 16.00: ma ce n’è bisogno?

Emergenza maltempo, edizione straordinaria del Tg1 alle 16.00: ma ce n’è bisogno?

    Neve a Roma

    Il gelo blocca l’Italia, la neve imbianca Roma e il Tg1 decide di organizzare un’edizione straordinaria alle 16.00 per ‘seguire in diretta l’evoluzione dell’emergenza maltempo‘. Onestamente ci domandiamo il senso di un’edizione straordinaria, considerato peraltro che gli eventuali aggiornamenti o le informazioni di servizio potevano essere veicolate tramite La Vita in Diretta. Ormai la nostra informazione non può fare a meno della costruzione dell’evento, della copertura esasperata, dell’esaltazione del ‘panico’. E noi abbiamo ancora nelle orecchie l’apertura del Tg La7 di mercoledì 1° febbraio: ‘Mezza Italia sotto la neve… in fondo è semplicemente inverno‘.

    La neve imbianca tre quarti d’Italia, creando gravi – e talvolta poco comprensibili – disagi soprattutto al Nord e nelle zone appenniniche del Centro e del Sud: la ‘bufera siberiana’ che sta congelando gli italiani conquista le prime pagine dei quotidiani e soprattutto monopolizza i Tg. Francamente ci sono sembrati esagerati i 20′ dedicati dal Tg1 all’emergenza maltempo nell’edizione delle 13.30: una volta diramati gli appelli di sindaci e Protezione Civile, gli annunci di FS e Anas (che poi sono sempre gli stessi in casi del genere, più o meno gravi) e un paio di servizi sulle situazioni più estreme, che senso ha ‘occupare’ gran parte del tempo a disposizione per elencare i treni in ritardo, mostrare scene di città imbiancate, di auto slittate, di camion che procedono a passo d’uomo? Per di più a parte il collegamento con l’Anas e il collegamento in diretta con il sindaco di Roma Alemanno non è che sia stato detto molto di particolarmente rilevante. Anzi ci ha colpito una domanda rivolta dal conduttore Attilio Romita al sindaco Alemanno: ‘Allora, la decisione di sospendere le attività didattiche non si è rivelata frutto di un eccesso di zelo?‘. Se non avesse nevicato tutti ad attaccarlo…

    Se il Tg1 pensa di ‘fare servizio pubblico’ con un’edizione straordinaria (annunciata poi con grande anticipo, eh) beh ci aspettiamo che sia montata in un certo modo. Converrebbe quasi prendere esempio da Forum, che in diretta sta leggendo le agenzie con le raccomandazioni che arrivano dalle autorità (in special modo capitoline, visto che il programma si realizza a Roma). Forse potrebbe essere preferibile far passare crowl in sovraimpressione lungo tutta la propria programmazione con le indicazioni delle forze dell’ordine e di soccorso e gli aggiornamenti dell’Anas, piuttosto che rimandare a siti internet, pagine FB o Twitter, non proprio adatti al pubblico agée di RaiUno.

    Ci sa, invece, che avremo il dettaglio di quanti treni sono stati soppressi o sono in ritardo in queste ore, con collegamenti convulsi dalla stazione Termini o dalle vie imbiancate della città. Il che non cambierà la situazione dei tanti pendolari che faranno più fatica del solito. Siamo troppo critici? Stiamo sottovalutando il problema? Forse. Ma un certo modo di fare informazione ci ostiniamo a non capirlo.

    525

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI