Ellen Pompeo, un’icona gay cresciuta dalle drag queen

Ellen Pompeo, un’icona gay cresciuta dalle drag queen

Per fortuna l'omofobia non è una costante nel cast di Grey's Anatomy

    Per fortuna l’omofobia non è una costante nel cast di Grey’s Anatomy. Dopo le ben note dichiarazioni e relativi licenziamenti, a parlare di gay e drag queen è niente meno che la protagonista della serie tv a stelle e strisce, Ellen Pompeo.

    L’attrice è già da tempo una sorta di “portavoce” per i gruppi gay, ed è generalmente considerata loro “amica”; dal canto suo la comunità omosessuale ha “adottato” il suo personaggio nella celebre serie medica. “Sono stata cresciuta dalle drag queen, ha dichiarato la dottoressa Grey. Mia madre è morta quando avevo 4 anni, così mi hanno tirato su una schiera di persone bizzarre. Molte erano amiche di mia sorella, Katlhleen, che aveva un sacco di amici gay.

    Io stavo a guardarli, mentre si facevano la ceretta, si depilavano le soppraciglia, si truccavano. Insomma, sono stata praticamente cresciuta da loro. Oltre, naturalmente a mia nonna e i miei zii. Comunque, non posso mentire: non conosco i tormenti o le gioie delle persone gay”. Certo, il resto delle dichiarazioni magari faranno fischiare le orecchie a qualcuno: alla domanda “Se avesse un figlio gay, cosa farebbe?” la Pompeo ha risposto reagirebbe bene, aggiungendo (con una risata) “Spero che cresca decorandomi la casa”. Ahia ahia, dottoressa Grey…ancora con la storia gay = animo sensibile e creativo?!

    258