Elisabetta Canalis: “Preferisco la tv al cinema”.

Elisabetta Canalis: “Preferisco la tv al cinema”.
da in Alessia Marcuzzi, Antonio Ricci, Carotelevip, Elisabetta Canalis, Maddalena-Corvaglia, Max
Ultimo aggiornamento:

    canalis controcampo

    Cara Elisabetta Canalis, rieccoti su Max.
    Foto supersexy ma anche una lunga intervista rilasciata a Gianfranco Dotto (e ripresa dal corriere.it del 3/5/07). Ormai la tua carriera si è stabilizzata e puoi permetterti anche di parlare delle tue colleghe senza far venire il dubbio che ne sei gelosa.

    Di Simona Ventura dici che “ha grande ironia, tempi giusti, domande da giornalista, ma lei è una vera iena dentro e le piace anche esserlo. Ecco, non la vedrei mai se si tratta di fare qualcosa di tenero”. Con Michelle Hunziker sei meno generosa: “La Hunziker non riesco a inquadrarla televisivamente. Sembra un orologio svizzero, a me la perfezione non comunica molto”. E pensare che Antonio Ricci l’ha inquadrata come conduttrice di Striscia la notizia dove tu hai fatto la velina. A proposito di ex veline, Maddalena Corvaglia ti è rimasta nel cuore: “L’ammiro molto, meriterebbe molto di più. Sarebbe perfetta con le Iene. Sconta la sua coerenza. È una dura”. Ma le lodi sperticate le riservi per Alessia Marcuzzi: “E’ la numero uno. Alessia ha tutto, mi fa ammazzare dalle risate, è un fumetto.

    Io la chiamo Alessio, è un po’ maschia come me”.
    Cara Elisabetta Canalis, i tuoi fan saranno felicissimi delle nuove foto ma chi sperava in una tua prosecuzione come attrice cinematografica dovrà rassegnarsi: “Non me ne frega niente di fare l’attrice. Per non parlare dell’Italia dove c’è uno snobismo spaventoso verso chi fa televisione. Ma io preferisco fare televisione, tutta la vita. Da noi non è come in America dove costruiscono film sulle donne, vedi Cameron Diaz o Angelina Jolie”.
    Cara Elisabetta Canalis, ma come è possibile che in Italia non ci sia un regista che voglia costruire un film su di te? Nemmeno Gabriele Muccino? Roba da non crederci. Nel 2000 i cineasti hanno ancora dei pregiudizi nei confronti di una ex velina che partecipa a Controcampo portando il suo indispensabile contributo per stuzzicare la verbosità di Giampiero Mughini. Cineasti snob che non sanno apprezzare la classe con cui hai tenuto la cartelletta a Mai dire Martedì o l’intensità interpretativa che chiunque può vedere negli spot dei telefonini. Cara Elisabetta Canalis, hai ragione, non ho parlato delle nuove foto che hai fatto per Max; ma quelle parlano da sole.

    399

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alessia MarcuzziAntonio RicciCarotelevipElisabetta CanalisMaddalena-CorvagliaMax