Edicola Fiore Live: per la prima volta in diretta la rassegna stampa online di Fiorello

Edicola Fiore Live: per la prima volta in diretta la rassegna stampa online di Fiorello

La rassegna stampa di Fiorello, Edicola Fiore, va per la prima volta in diretta, con ospiti Negramaro e Biagio Antonacci

    Fiorello Edicola Fiore diretta

    Edicola Fiore arriva all’appuntamento finale prima della pausa estiva con un evento speciale: la rassegna stampa sui generis di Fiorello chiude con una puntata di un’ora in diretta. Tantissimi sono gli ospiti che hanno deciso di fare una capatina, tra i quali Biagio Antonacci e i Negramaro, ma i protagonisti veri rimangono sempre loro, gli avventori storici dell’edicola di Cesare.

    Fiorello è un esempio di tutto ciò che dovrebbe essere un artista, televisivo e non solo: la sua forza sta nel non adagiarsi mai sui propri successi e di continuare a inventare cose nuove per intrattenere e divertire il suo pubblico. Dopo aver rivoluzionato il classico varietà Rai del sabato sera con Stasera pago io, dopo aver creato il programma radiofonico di culto Viva Radio 2 e averlo portato nell’access prime time di Rai1 sotto forma di varietà più corto della storia della televisione con Viva Radio 2 minuti, dopo aver portato il suo spettacolo teatrale in TV con Fiorello Show, lo showman siciliano ha abbracciato le potenzialità della rete e in particolar modo di Twitter. Ha intitolato il suo ultimo show in Rai con un hashtag, #ilpiugrandespettacolodopoilweekend, è arrivato ad avere più di mezzo milione di follower con l’account @sarofiorello, lo ha abbandonato a sorpresa all’apice della popolarità ed è ritornato con un progetto all’apparenza semplice, eppure rivoluzionario: una rassegna stampa quotidiana dal suo edicolante di fiducia a Roma, ripresa con il suo cellulare personale, caricata su YouTube e pubblicizzata attraverso l’account twitter @edicolafiore. Sono passati quasi due anni, l’account @edicolafiore conta più di 100.000 follower e le clip sono diventate ormai di culto, grazie anche alla partecipazione degli avventori abituali dell’edicola.

    Infatti il fulcro della trasmissione sta nell’interazione tra Fiorello i personaggi che frequentano questo microcosmo mattutino nel commentare le notizie: i vari Tagliatella, Er Pompa, John Wayne, Agonia, Tulipano, il dottore e la moglie del dottore non si tirano indietro se interrogati, fornendo continui spunti comici a Fiorello. È anche bello vedere come questi si rapportano ai personaggi famosi che spesso sono ospiti delle puntate dell’Edicola: ne sono passati in tanti, dai Negramaro a Biagio Antonacci, da Fabio Volo a Marco Mengoni, e in tanti hanno partecipato anche solo inviando un video, come Lorenzo Jovanotti, Michael Bublé e Victoria Cabello.

    Forte del successo del format, Fiorello ha deciso di trasmettere una puntata speciale più lunga e, per la prima volta, in diretta. La puntata si è aperta con un saluto dell’astronauta dell’ESA Luca Parmisano, che, in orbita a 400 km sopra la nostra testa, ha intonato con la chitarra “Ciuri Ciuri”. La sigla è stata fornita da Jovanotti, che l’ha registrata durante un concerto allo stadio di Bari.

    La struttura della rassegna stampa si è un po’ persa per lasciare spazio a tutti gli ospiti, ma c’è stato spazio per analizzare qualche notizia, ad esempio su Grillo (“Lui è Movimento Cinque Stelle, noi possiamo essere al massimo Movimento Cinque Cereali”), le dichiarazioni del Papa sulla presunta lobby gay in Vaticano (“Ci sarà la fumata rosa”) e le recenti elezioni comunali di Roma, con le telefonate di Pinuccio ad Alemanno e Marino e Luca Barbarossa che ha cantato “Il voto è uno zingaro”.

    Per il resto molti momenti musicali con Max Pezzali che ha cantato a cappella “Sei un mito” con i Gemelli di Guidonia, Giovanni Vernia che ha imitato un Marco Mengoni in versione neomelodica, un omaggio di Gianluca Guidi ad Armando Trovajoli e uno straordinario duetto tra Giuliano Sangiorgi dei Negramaro e Biagio Antonacci sulle note di “Se io se lei”, “Solo 3 minuti” e “”Meraviglioso”. Giuliano ha anche cantato una versione a cappella di “Mentre tutto scorre” con i Gemelli di Guidonia. Inoltre, all’interno della puntata, si è svolto un mini “Festival-bar” (con il trattino, proprio perché la puntata si è svolta nel bar vicino all’edicola), presentato da Claudio Cecchetto, tra i cantanti emergenti lanciati da Edicola Fiore nell’ultimo anno, Vincenzo Capua, Fraska, Matteo Brancaleoni e Giuseppe Desiato. I cantanti sono stati votati via Twitter ed è stato proprio Giuseppe Desiato ad aggiudicarsi la coppa, che, vista la location del concorso, non poteva che essere una Coppa del Nonno.

    Molti momenti lasciati all’improvvisazione: il saluto di Agonia agli “embeddati”, Giuliano Sangiorgi in versione “Master-scemo” che cucina una carbonara e Biagio Antonacci che sancisce la fine della sua carriera con la voce di Vasco Rossi. La puntata si è chiusa con un video di tutti o quasi i famosi che hanno preso parte, di persona o tramite contributo video, ad Edicola Fiore quest’anno: oltre a quelli già citati, ricordiamo anche Fiorella Mannoia, Malika Ayane, Nicola Savino, il Trio Medusa, Enrico Ruggeri, Alfonso Signorini, Salvo Sottile, Valerio Staffelli e tanti altri.

    Fiorello ha dato appuntamento a tutti a settembre, ma ci ha tenuto a precisare che riprenderà il consueto format della rassegna stampa di 10-12 minuti dall’edicola, non escludendo però delle puntate più lunghe per occasioni speciali. In ogni caso, è stato un nuovo, ennesimo successo per Fiorello, che ha dimostrato ancora una volta di saper intrattenere come nessun altro, anche con mezzi e risorse scarsi, e soprattutto di saper “portare il buonumore”, tenendo fede al ritornello della sigla.

    916

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fiorello