E poi c’è Cattelan, ospiti: Valentino Rossi e Belen Rodriguez nello show Sky Uno

E poi c’è Cattelan, ospiti: Valentino Rossi e Belen Rodriguez nello show Sky Uno

E poi c'è Cattelan, ospiti: Valentino Rossi e Belen Rodriguez nello show SkyUno

da in Alessandro Cattelan, Sky, Sky Uno, X Factor 10
Ultimo aggiornamento:

    E Poi C’è Cattelan è il titolo del nuovo show di Sky Uno del conduttore di X Factor Alessandro Cattelan, che intervistato questa mattina dalla Gazzetta dello Sport rivela i nomi dei primi ospiti, tra cui Valentino Rossi e Belen Rodriguez, ma anche il concept del nuovo format. Scopriamo insieme le novità dopo il salto.

    «Mi ispiro ai format Usa e inglesi. L’idea è invitare personaggi famosi e intervistarli ma anche proporli in ruoli per loro insoliti: farli cantare, recitare, giocare, con un tono infantile e surreale. Vedrete Belen nella prima puntata e Valentino Rossi nella seconda e punto a cantanti con cui ho sempre voluto dialogare, come Cesare Cremonini, Eros, Laura Pausini o Tiziano Ferro. Mi aiuteranno gli Street Clerks, reduci da XFactor, band fiorentina che sa scherzare con la musica».

    Così Alessandro Cattelan parla di E poi c’è Cattelan, il nuovo show che partirà tra poche settimane (il 27 marzo) su SkyUno, e alla domanda del giornalista che obietta che già in qualche talent si sono visti personaggi famosi in ruoli inusuali, il conduttore risponde: «Sono programmi diversi: voglio un talk brillante, senza gare. Anche improvvisando».

    Per il futuro, invece, sì al ritorno in X Factor e, andando oltre, non è escluso un passaggio in Rai e Mediaset:

    «Cambiare è una necessità naturale. Rifarò XFactor, dove tutti rispettano un format perfetto. Ma qui gioco da libero. A Rai e Mediaset ho detto dei no per mantenere le mie caratteristiche. Passo dopo passo, arriva tutto».

    Tra i programmi da condurre, anche un Festival di Sanremo?

    «Al Festival c’è poco margine per chi conduce, devi azzeccare le canzoni. Mi piacerebbe, quello sì, far parte di un Sanremo condotto da Fiorello».

    Peccato che lo showman siciliano, intervistato dal Corriere della Sera, abbia già detto di no all’ipotesi – nonostante l’endorsement di Fazio (già rifiutato ieri via Twitter); condurrebbe mai Sanremo?, chiede l’intervistatore a Fiorello, che dà questa risposta:

    «Ovviamente la risposta è no. Non è nelle mie corde. E poi Sanremo è preso troppo seriamente. Ci si fa entrare perfino la politica. Assolutamente non posso sostenere quella pressione. Fazio che è una persona a modo, la terza sera ha detto “Mi avete rotto le palle” , figuriamoci. Fazio al mio confronto è il Dalai Lama, io con il mio carattere fumantino, non ce la potrei proprio fare. Fazio ha fatto un ottimo Festival.

    Andrebbe benissimo se lo rifacesse anche l’anno prossimo. Potrei fare l’ospite: mezz’ora a far ridere. Ma condurre proprio no, mai. Ma scusi: a maggio compio 54 anni, perché devo passare cinque giorni di inferno? Se fosse divertente ok, ma non è divertente. Colgo l’occasione per ringraziare il direttore che più volte mi ha citato, e i miei estimatori che su twitter manifestano il desiderio di vedermi condurre Sanremo. È un attestato di stima che fa comunque piacere. Ma io rimango nel mio orticello, nel mio bar, nei teatri».

    Aggiornamento di Fulvia Leopardi del 28 febbraio 2014.

    E poi c’è Cattelan, su Sky Uno uno show alla Letterman per il conduttore di X Factor

    E poi c’è Cattelan: sarà questo il titolo del nuovo programma che il presentatore di X Factor Alessandro Cattelan condurrà tra un mese su Sky Uno. A svelarlo è stato il quotidiano Libero, che ha evidenziato che all’ex vj di Viva ed Mtv sarà affidato un format basato sul modello del David Letterman Show. Insomma, sulla strada già tracciata da Daniele Luttazzi e Fabio Fazio (con risultati discussi e discutibili), anche Alessandro Cattelan prova a importare la Lettermantura in Italia.

    E poi c’è Cattelan andrà in onda ogni giovedì su Sky Uno, a partire dal 27 marzo: e già la scelta della serata (la stessa di Masterchef e X Factor, per intenderci) dà l’idea dell’investimento che in casa Sky hanno intenzione di effettuare sul programma. Una nuova produzione, quindi, vedrà protagonista il giovane Cattelan, che dopo essersi cimentato con la musica e l’arte si dedicherà a un programma tutto suo.

    Il diretto interessato, su Twitter, ha confermato: “È l’ora delle anticipazioni! L’hastag del mio nuovo programma sarà #EPCC . Volete provare a indovinare il titolo? Premiere 27 marzo @SkyUno“.

    Il nome E poi c’è Cattelan, poco originale, in realtà richiama alla memoria una fiction andata in onda su Canale 5 qualche estate fa, E poi c’è Filippo, in cui Neri Marcorè interpretava un uomo con la sindrome di Asperger: non si sarebbe potuto scegliere un altro nome per lo show di Cattelan? La somiglianza è molto evidente.

    Quel che è certo è che il programma durerà otto puntate, e sarà completamente incentrato sulla figura di Alessandro. Riuscirà l’ex spalla di Simona Ventura a Quelli che il calcio a prendere su di sé la responsabilità di un intero show? Non che le doti e la presenza scenica gli manchino, per carità: ma forse il conduttore non ha ancora il timbro dello showman.

    Pare, comunque, che Cattelan da X Factor erediterà gli Street Clerks, band che venne eliminata dal talent dopo quattro puntate: il loro compito sarà lo stesso della CBS Orchestra di Paul Shaffer nello show di Letterman.

    Alessandro Cattelan, dunque, si conferma in tutto e per tutto un volto di Sky, e la tv di Murdoch pare volere investire su di lui: archiviate le ipotesi di un suo passaggio a Mediaset (se ne era parlato per Il settimo elemento, game show di Canale 5 mai andato in onda, e per Colorado), il padrone di casa di X Factor è ormai presenza fissa sulla pay.

    Riuscirà E poi c’è Cattelan a confermare l’ottima impressione che Alessandro ha fatto su pubblico e critica fino a oggi?

    1029

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alessandro CattelanSkySky UnoX Factor 10