È morto Alberto Grifi

È morto Alberto Grifi

Si è spento a Roma all'età di 69 anni il regista Alberto Grifi

    È morto ieri all’ospedale Sacro Cuore di Roma il regista Alberto Grifi, considerato la massima espressione del cinema sperimentale italiano. Malato da tempo, nella giornata di venerdì le sue condizioni di salute si erano aggravate ulteriormente; i funerali si terranno domani 24 aprile alle ore 12.00 nella Chiesa di Santa Maria in Trastevere a Roma.

    Nato il 29 maggio del 1938, Grifi è considerato tra i primi autori del cinema sperimentale italiano; artista poliedrico – è stato regista cameran, fonico, pittore, attore e soprattutto autore di dispositivi video-cinematografici come il vidigrafo – tra i film da lui diretti si ricordano Anna, cult movie della cultura alternativa realizzato insieme a Massimo Sarchielli tra il 1972 e il 1975, Non soffiare nel narghilè, realizzato in una comunità hippy, e Michele – alla ricerca della felicità, un documentario sulla realtà delle carceri che fu commissionato e poi censurato dalla RAI.

    174

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàFilmCinema