Dr House 6, spoiler da David Shore, Hugh Laurie ed Omar Epps

da , il

    Dopo quelli via Ausiello, la nostra sezione spoiler sulla sesta stagione di Dr House si rimpingua con quelli via Kristin, che ci parla di sanità mentale, nuovi dottori e relazioni…ovviamente, cliccando su continua, ovviamente facendo attenzione agli spoiler!

    A parlare sono ancora Katie Jacobs e David Shore, Lisa Edelstein, Omar Epps e lo stesso protagonista della serie, Hugh Laurie: “La sesta stagione di House – ha anticipato la Jacobs – riprenderà da dove si è conclusa la quinta, all’interno dell’ospedale psichiatrico. La puntata durerà due ore (come avevamo anticipato qui, ndr) ed ai telespettatori racconteremo ciò che è successo nei due o tre mesi successivi al ricovero di House, il suo processo riabilitativo”.

    Ma House smetterà di essere allucinato? Nì: secondo la Jacobs, House non si sottoporrà ad una riabilitazione completa, “tanto non sarebbe perfetto in ogni caso“. “Ed in ogni caso – ha aggiunto David Shorenon ambienteremo l’intera stagione all’interno dell’ospedale psichiatrico, solo la puntata da due ore sarà tutta all’interno della casa di cura“.

    Ma chi sarà lo (s)fortunato dottore che dovrà diagnosticare lo stato mentale di House, uno dei più famosi diagnosti al mondo? Sarà tale Dr Nolan, interpretato da Andre Braugher (Gideon’s Crossing), e secondo Katie Jacobs ne vedremo delle belle: “House e Nolan – ha anticipato – hanno due visioni diverse sul quanto serva star bene per tornare al lavoro“.

    Certo – ha aggiunto la Jacobs – puoi entrare in ospedale volontariamente ed uscire quando vuoi, ma che House possa tornare al lavoro è tutta un’altra storia, Nolan dovrà prima accertarsi che House sia in condizioni mentali tali da portelo fare. Il reparto di Medicina Generale continuerà ad esistere – conclude la produttrice – ma è tutto da vedere se House ne ritornerà a capo, oppure no“.

    Hugh Laurie ha invece parlato del come sarà interpretare un matto, spiegando che praticamente non farà niente di diverso da quello che abbiamo visto finora in cinque stagioni di Dr House, con in più la testa rasata, “un perfetto look da istituto – ha anticipato l’attore. La malattia del mio personaggio è una componente indispensabile non solo della sua abilità e del suo intelletto, ma anche della sua identità. Siamo spaventati dei cambiamenti perché temiamo le cose che non ci piacciono della nostra vita ed abbiamo paura che se ci arrendiamo ad esse saremmo meno importanti“.

    Quanto al resto dei dottori, sarà ovviamente Foreman a prendere il comando, “per quanto – ha detto Omar Epps – penso che House continuerà ad essere il capo…anche dall’ospedale psichiatrico“. Il suo nuovo ruolo di boss non porterà troppo bene alla relazione di Foreman con Tredici (Olivia Wilde): “Voler capeggiare a tutti i costi il team avrà un effetto negativo sul loro rapporto“, anticipa l’attore, “ed anche una volta ottenuto il posto le cose non saranno facili“.

    Ora che House non c’è – anticipa Epps – tutti dubiteranno di loro stessi. House era il loro punto di riferimento, e quando le cose andavano male bastava rivolgersi a lui per ottenere delle risposte. Ma gli altri dottori non sono disposti a correre dei rischi come faceva lui“.

    Ed una volta guarito, House avrà una relazione? Lisa Edelstein aveva già parlato del falso sesso, “ma grazie al mondo in cui hanno gestito la cosa abbiamo capito che ad House non dispiacerebbe, magari vorrebbe una storia sentimentale con la Cuddy e tutto quello che ne consegue: una convivenza, smettere di essere dipendente dai farmaci. Dobbiamo ancora imparare molto su House – ha concluso l’attrice – ma penso che avremo l’opportunità di vedere un’eventuale storia House/Cuddy, ancora non esplorata”.

    Dr House, le scene finali della quinta stagione