Don Matteo, il segreto del successo: ‘Mette in scena le due divise più importanti d’Italia’

Don Matteo sta ottenendo un successo di ascolti strepitoso: Nino Frassica prova a spiegarne il perché

da , il

    Il motivo del successo stratosferico di Don Matteo? “Vi sono rappresentate le due divise più importanti d’Italia, la tonaca del prete e la divisa dei carabinieri“. A dirlo, tra il serio e il faceto, è Nino Frassica, ospite questo pomeriggio di TvTalk: nella trasmissione condotta da Massimo Bernardini è stata analizzata (anche) la fiction di Raiuno, ascolti compresi. Come ha riportato Silvia Motta, Don Matteoha una media di share superiore al 29 %, con otto milioni di spettatori. Da quando è iniziata la nuova stagione della serie, a risultare penalizzato è stato Servizio Pubblico di Michele Santoro“.

    Siete stupiti anche voi? Chi l’avrebbe detto che Michele Santoro e Terence Hill potessero condividere una fetta di pubblico? Eppure è così: “Escluso giovedì, nelle puntate precedenti Servizio Pubblico non ha mai superato il 10 % di share durante la concorrenza di Don Matteo. Che, tra l’altro, realizza il 24 % di share nel pubblico dei laureati“.

    Secondo il professor Giorgio Simonelli, le radici di un trionfo tanto importante vanno individuate nel fatto che “in Don Matteo viene rappresentata un’Italia deburocratizzata, in cui prevale il buon senso (cosa che Santoro, evidentemente, non può rappresentare). L’Italia di Don Matteo non è affatto rassicurante, come di solito si crede: solo nella puntata di giovedì ci sono stati una rapina in banca, un omicidio e una signora scomparsa. Il segreto è, quindi, nella risoluzione dei problemi. Mentre Santoro presenta l’Italia dei sentimenti inconciliabili, Don Matteo è il luogo delle soluzioni“.

    Frassica, tra una battuta e l’altra (“Sul set mi frenano, ho la tentazione di andare oltre ma mi misuro“), ha confermato anche il successo internazionale della fiction: “Io ho preso parte al film The tourist dopo che il regista aveva visto Don Matteo in Germania: è l’emblema dell’ottimo risultato internazionale, ma anche un piccolo omaggio alla serie. Per me è stato bello“.

    Tra i tanti “personaggi” rappresentati in Don Matteo, uno dei più importanti è senza dubbio… Spoleto: “Negli anni passati – ha sottolineato Frassica – non c’è stato un centimetro quadro di Gubbio che non si sia visto. La stessa cosa accadrà con Spoleto, progressivamente la mostreremo tutto. Tra l’altro in piazza ci sono sia la canonica che la caserma, quindi è proprio la città perfetta“.

    E voi cosa pensate? Quali sono i motivi del successo di Don Matteo? E’ vero, come ha sottolineato uno degli analisti, che guardare Don Matteo è come votare Berlusconi: lo fanno milioni di persone ma tutti si vergognano a dirlo?