Dollhouse rinnovato per una seconda stagione?

Dollhouse rinnovato per una seconda stagione?

L'idea sarebbe quella di cambiare anche la programmazione, per vedere se Dollhouse può diventare forte di suo, e quindi se l'attuale penuria di ascolti è dovuta ad una programmazione sbagliata (originariamente la serie doveva andare in onda con 24, ma poi la rete ha deciso di unire House MD con 24 e di mettere Dollhouse con "Terminator: The Sarah Connor Chronicles")

da in Dollhouse, Fox, Joss Whedon, Serie Tv, Serie TV Americane, Serie TV di fantascienza
Ultimo aggiornamento:

    Dollhouse, Eliza Dushku

    Buone notizie per i fan di di Dollhouse? La conferma ancora non c’è, ma pare che la Fox stia considerando l’idea di rinnovare la serie di Joss Whedon per una seconda stagione.

    L’idea sarebbe quella di cambiare anche la programmazione, per vedere se Dollhouse può diventare forte di suo, e quindi se l’attuale penuria di ascolti è dovuta ad una programmazione sbagliata (originariamente la serie doveva andare in onda con 24, ma poi la rete ha deciso di unire House MD con 24 e di mettere Dollhouse con “Terminator: The Sarah Connor Chronicles”).

    Al momento – lo ripetiamo – non ci sono conferme, ma pare che la Fox sia contenta delle critiche assai positive che sono arrivate grazie agli ultimi episodi, anche se gli ascolti restano bassini; anche qui, lo ricordiamo, la colpa potrebbe essere della rete, dato che quello che noi abbiamo visto come pilot è stato ‘commissionato’ dalla Fox a Whedon, dato che i boss della rete pensavano ad uno show troppo complicato ed hanno convinto Joss a girare alcune puntate introduttive.

    Se rinnovo sarà, questo avverrà anche per la fideizzazione dei telespettatori, che sono pochi, ma costanti: Dollhouse registra uno Stability Index Rating del 92%, secondo solo a quello di Reaper sulla CW che è del 94%; ancora meglio, la serie non è così costosa come si potrebbe pensare, dato che (ad esempio) la costruzione del set della dollhouse è stata coperta dai soldi del pre-pilot, quello che viene mostrato di solito prima del via libera ad un’eventuale serie.


    Da non sottovalutare, inoltre, la questione dei diritti, dato che Dollhouse è prodotta praticamente in casa grazie alla Mutant Enemy Productions (compagnia di Whedon), alla Boston Diva Productions (compagnia di Eliza Dushku) seguita dalla 20th Century Fox; insomma, in tempi di crisi, dover pagare meno per trasmettere una serie non è un aspetto secondario, dato che proprio gli altri costi per i diritti, assieme agli ascolti bassi, rischiano di uccidere “Terminator: The Sarah Connor Chronicles“.

    Ovviamente, queste sono considerazioni di carattere generale e rumors non confermati…ma noi, come sempre in presenza di uno show meritevole, incrociamo le dita!

    Immagine: scifiwire.com

    469

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DollhouseFoxJoss WhedonSerie TvSerie TV AmericaneSerie TV di fantascienza