Dolci dopo il tiggì: Rai 1 spolpa Antonella Clerici, ma non sarà La Prova del cuoco

Dolci dopo il tiggì: Rai 1 spolpa Antonella Clerici, ma non sarà La Prova del cuoco

Dolci dopo il tiggì è la nuova Prova del cuoco pomeridiana di Rai Uno con Antonella Clerici, che parte lunedì 8 settembre 2014

    Vi ricorda qualcosa la sfida tra pasticceri? Dolci dopo il tiggì su Rai 1 non è come può sembrare (un’appendice de La Prova del cuoco condotta da Antonella Clerici), ma un vero e proprio talent in diretta sul mondo della pasticceria: tutti i giorni dal lunedì al venerdì dopo il Tg1 in onda dallo studio Nomentano 1 della Dear a partire dalle 14.05 e fino alle 15.00, subito dopo l’edizione giornaliera del Tg1. Una gara tra pasticceri, che se in tv è già presente da venerdì col “confezionatissimo” Bake Off Italia di Real Time, a Rai Uno promette una sfavillante diretta in onda tutti i giorni (eccetto il sabato e la domenica).

    Il premio è allettante: sedici concorrenti con la passione per lecca lecca, melasse e sac a poche potranno vincere l’affascinante cifra di 100.000 euro. Mica male, vien da dire, per chi sogna di ampliare i propri progetti in cucina o aprire il laboratorio artigianale dei propri sogni.

    Gli aspiranti vittoriosi pasticceri sono stati selezionati in tutta Italia. Saranno giudicati da nomi conosciuti dell’alta pasticceria italiana: da Salvatore De Riso e Luca Montersino, già volti noti alla stessa Prova del cuoco (in passato in onda con la rubrica Scuola di pasticceria ai tempi della conduzione di Elisa Isoardi…); Guido Castagna e Ambra Romani anch’essi già “interpellati” dallo staff di Antonellina a Rai1: il primo già visto in occasione dello scorso Capodanno, la seconda con la rubrica Tutti a tavola!

    A questi, inoltre, si aggiungerà un maestro pasticcere della Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria e Cioccolateria che cambierà ogni settimana. Una pensata, questa, che sembra voler dare maggiore “movimento” ad un format appena nato e che sin da subito ha messo i puntini sulle i: non vuole assomigliare per nulla alla versione-brodaglia de La Prova del cuoco, da cui sembra voler distanziarsi in contenuti.

    D’altro canto, ma non meno importante, il meccanismo che vedremo da oggi appare avvincente: i concorrenti dovranno realizzare ogni giorno un dolce diverso in un tempo prestabilito di 20 minuti. Dal lunedì al giovedì il concorrente che avrà vinto la sfida potrà guadagnare 1 punto ogni giorno, per un totale al massimo di 4 punti.

    Il venerdì, invece, i punti in palio saranno ben 5 e daranno al concorrente in svantaggio, la possibilità di poter capovolgere l’esito della gara.

    I criteri di valutazione a cui saranno sottoposti i due antagonisti, terranno conto della tecnica di preparazione, della gradevolezza, della decorazione e della presentazione del dolce.

    L’aspirante pasticcere, vincitore della gara settimanale, affronterà un nuovo sfidante la settimana successiva e cosi via fino a quando non vi sarà un nuovo vincitore. Chi, più volte al mese, si aggiudicherà il titolo di campione della settimana, parteciperà alla fase conclusiva del torneo.

    L’unica perplessità – conferme o smentite dopo la messa in onda – è che il mondo della cucina in primis, e quello della pasticceria in secundis, sembra voler invadere a tutti i costi il piccolo schermo. Insomma, si rischia il diabete a tutte le ore: tutti questi dolci in tv non faranno venire il mal di pancia a qualcuno? Intanto, Antonellina annuncia a Tv, sorrisi e canzoni:

    Un domani, se il programma dovesse andare bene, con un titolo neutro potrebbe condurlo qualcun’altro“. A quale nome si riferisce la giornalista sportiva? Di sicuro, pensiamo, non alla nemica amica Elisa Isoardi. Avanti con le candidature.

    Dolci dopo il tiggì logo

    653

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI