DMax, Ci sei o ci fai? L’elogio della follia in tv: auto ‘pazze’ e squadre che non segnano mai

DMax, Ci sei o ci fai? L’elogio della follia in tv: auto ‘pazze’ e squadre che non segnano mai

DMax, Ci sei o ci fai? Mister T e la follia

    Erasmo da Rotterdam? Macché: DMax. L’elogio della follia sta per approdare sul canale 52 del digitale terrestre. Da stasera, infatti, venerdì 7 febbraio 2014, andrà in onda la nuova serie dal titolo emblematico: Ci sei o ci fai? E’ quanto si chiederà Mister T, famoso ai più in quanto mito degli anni ’80 grazie ai cult Rocky 3 o al serial A-Team.

    Niente a che fare con Mistero, più vicino sicuramente al film cult con Ezio Greggio (Svitati). Si occuperà, infatti, di scovare e presentare al pubblico – in questi giorni alle prese con il SeiNazioni di Rugby – gli svitati più pazzi del mondo.

    La prima puntata, in onda stasera, presenterà ai telespettatori la mission impossibile di Mister T: sul web esistono moltissimi video virali, compendio di quanto di più bizzarro e pazzoide esiste nel mondo; pillole e life bites di pazzia per il gusto di stupire, sorprendere e far ridere.

    Insomma, nell’ospitare una galleria umana di “premi no-bel” della pazzia, proveniente da tutto il mondo, Mister T potrà rivelarsi il presentatore più giusto per compiere l’elogio della follia alla maniera più pop e cult possibile; vedremo una squadra di calcio che non riesce mai a segnare nemmeno un gol, un auto-salone tutto speciale in cui le macchine prendono vita e s’immettono direttamente nella superstrada senza guidatore e altre esilaranti scene che, per errore o per scherzo, ci faranno urlare «Ci sei o ci fai?».

    Un tentativo da parte di Dmax di bissare o avvicinarsi al successo di pubblico che hanno ottenuto alcuni programmi “portanti” della rete: dal SeiNazioni di Rugby (anche domani e dopodomani con Irlanda-Galles alle 15.00 e Francia-Italia domenica dalle 15.20 in diretta con Chef Rubio e Giorgio Pasotti), o per dare un filo di continuità al telespettatore abituato alle stravaganti avventure di Dynamo.

    Appare chiara l’intenzione di rafforzare l’identità della rete in questione, così come già portato a termine (ancora in fieri) con il ‘cugino’ Real Time; quest’anno ha potuto rafforzare anche la battaglia degli ascolti pomeridiani con l’acquisizione del daily di Amici che, seppur non replicando l’Auditel della generalista, si attesta quotidianamente intorno ai 500.000 telespettatori, con circa il 3% di share, per gli episodi delle 14.10.

    412

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI