Distrutti i nastri delle intercettazioni RaiSet

Distrutti i nastri delle intercettazioni RaiSet

Caso RaiSet, distrutti i nastri delle intercettazioni telefoniche

da in Attualità, Mediaset, Rai, Politica, Silvio Berlusconi
Ultimo aggiornamento:

    Silvio Berlusconi e Debora Bergamini

    Il pm Marina Zelante, incaricata delle indagini sul fallimento della società Hdc, che ha svelato i rapporti tra Rai e Mediaset durante lo scorso governo Berlusconi, ha deciso la distruzione dei nastri delle intercettazioni telefoniche che fanno fatto scoppiare il caso RaiSet. Buttate tutte le registrazioni ritenute ‘irrilevanti’ per le indagini, tra cui quelle di oltre trenta parlamentari (da Berlusconi a Tremonti, da Cossiga a Previti) intercettati indirettamente nello loro telefonate agli indagati.

    Già Fabrizio Del Noce, implicato indirettamente nel caso RaiSet, aveva chiesto e ottenuto la distruzione delle telefonate che lo riguardavano,. Ora il provvedimento è stato esteso a tutti i materiali ritenuti secondari rispetto al filone d’indagine principale, ovvero il fallimento della Società Hdc.
    Da quelle telefonate erano emersi le manovre, a dir poco sospette, che legavano l’allora capo ufficio marketing della Rai, Debora Bergamini (già segretaria di Silvio Berlsuconi) e i vertici Mediaset.

    Particolarmente rilevanti gli accordi relativi alla trasmissione dei risultati elettorali delle Regionali (che videro una netta affermazione del centrosinistra) e la gestione dei servizi e dei collegamenti per la morte di papa Wojtyla. Un continuo scambio di informazioni sui palinsesti, sul trattanemto dell’attualità che ha fatto scopiare un gran polverone alla fine del 2007, ma che non ha avuto, come spesso accade, grandi conseguenze.

    343

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàMediasetRaiPoliticaSilvio Berlusconi