Diritti Tv Calcio, giudice blocca vendita a Sky

la lega calcio ha annunciato che presenterà immediato reclamo contro la sentenza della corte d'appello di milano che ha bloccato le assegnazioni dei diritti tv su satellite delle stagioni 2010-2012 a Sky

da , il

    Diritti Tv Calcio Sky

    La Lega Calcio ha annunciato un immediato reclamo contro la decisione della Corte d’Appello di Milano di accogliere il ricorso presentato dall’emittente Conto Tv riguardante l’assegnazione dei diritti tv per il satellite delle stagioni 2010-2012 del campionato di calcio italiano. Ieri infatti il giudice ha bloccato l’assegnazione a Sky dei diritti tv satellitari di Serie A e ha vietato alla Lega Calcio di procedere nell’esecuzione del contratto a favore di Sky e di proseguire nelle trattative per l’assegnazione del pacchetto Platinum Live contenente i diritti per le partite di Serie B. La risposta della Lega al provvedimento della Corte d’Appello di Milano non si è fatta attendere.

    Lega Calcio: 0 – Conto Tv: 2…Yes we can”: Marco Crispino, amministratore delegato di Conto Tv, commenta così la sentenza emessa ieri dalla Corte d’Appello di Milano che ha parzialmente accolto il ricorso presentato dall’emittente contro la formulazione del bando di assegnazione dei diritti tv del campionato di calcio per il satellite in cui si contestava una disparità per quanto previsto invece per il digitale terrestre.

    La Corte d’Appello di Milano, a seguito della domanda cautelare proposta da Conto Tv, ha dunque bloccato l’assegnazione a Sky dei diritti audiovisivi delle stagioni sportive 2010-2011 e 2011-2012 di Serie A. Come se non bastasse non solo ha vietato alla Lega Calcio di procedere nell’esecuzione del contratto a favore dell’emittente di Rupert Murdoch ma le ha anche inibito di proseguire nelle trattative per l’assegnazione del pacchetto Platinum Live, che contiene i diritti di trasmissione in diretta su satellite dell’intero campionato di serie B per le stesse stagioni.

    Immediata la replica della Lega che, prendendo atto “con sorpresa” della sentenza della Corte d’Appello milanese, ha annunciato che presenterà reclamo: “La Lega Nazionale Professionisti continua a ritenere di aver realizzato la procedura competitiva nel pieno rispetto della Legge Melandri-Gentiloni, della normativa Antitrust, e dei principi approvati con le Linee Guida – si legge in un comunicato -. Per questo proporrà immediato reclamo contro il provvedimento cautelare che ritiene carente nelle motivazioni e comunque infondato”.

    Da Sky fanno sapere che la questione riguarda la Lega ma stanno seguendo comunque con grande attenzione l’intera vicenda. Lo crediamo bene… dovesse perdere definitivamente questi preziosi pacchetti sarebbe un bel guaio!