Digitale Terrestre, il bando per le frequenze a Bruxelles

Inviata a Bruxelles la bozza del bando di gara per l'assegnazione di cinque multiplex per la trasmissione digitale terrestre

da , il

    paolo romani ministero comunicazioni dtt

    Pare sia ormai ufficialmente partita la trafila per l’assegnazione di nuove frequenze del digitale terrestre di cui si parla da tempo: secondo Milano Finanza, il Ministero per lo Sviluppo Economico ha inviato ieri a Bruxelles la bozza del bando di gara per la valutazione da parte della Commissione Europea, che dovrà pronunciarsi entro 15 giorni.

    Inviata la bozza del regolamento per la gara relativa all’assegnazione di cinque multiplex (più uno) per la trasmissione sulle frequenze del digitale terrestre italiano con il meccanismo del ‘beauty contest’.

    Ad attendere la gara soprattutto Sky, che potrebbe finalmente conquistare la possibilità di trasmettere sul dtt free, ma sono interessate alle frequenze disponibili anche Rai, Mediaset e Ti Media, nonché gruppi editoriali come Rcs ed Espresso e compagnie straniere, come Liberty Media (cui fa capo QVC), Virgin e Rtl-Bertelsmann. Non ci resta che attendere il ‘verdetto’ della Commissione Europea e la pubblicazione del bando di gara.