Digitale terrestre: consumi e strategie nel mercato italiano

Digitale terrestre: consumi e strategie nel mercato italiano

Per i consumi cosiddetti mediali in Italia una famiglia spende dai 500 ai 2

da in Attualità, Digitale Terrestre, Mediaset, pay-per-view
Ultimo aggiornamento:

    Per i consumi cosiddetti mediali, in cui rientra il mercato del digitale terrestre, in Italia una famiglia spende dai 500 ai 2.700 euro all’anno. L’Italia risulta essere in Europa tra i Paesi meno costosi. Le analisi condotte da e-Media Institute per Il Sole 24 Ore evidenziano che la spesa vede il minimo in Spagna con 1.408 euro all’anno e il massimo nel Regno Unito con 1.905 euro.

    ”Abbiamo confrontato i prezzi di 14 prodotti mediali nei primi cinque Paesi europei – commenta Emilio Pucci, direttore di e-Media Institute - individuando le eventuali differenze di valore. Con l’eccezione dei prezzi di accesso alla tv (canone e pay per view), i prezzi dei prodotti paiono tendenzialmente allineati.

    Più elevati risultano i prezzi sul mercato britannico, ma a parità di potere d’acquisto le distanze si riducono”.

    Il costo per poter usufruire della pay tv, per quanto riguarda il pacchetto minimo acquistabile, si è sensibilmente ridotto nell’ultimo anno grazie della competizione fra gli operatori, che ha visto comparire sul mercato nuovi pacchetti di offerte.

    Dopo aver lanciato la sfida a Sky, con il calcio in pay per view, Mediaset ha introdotto con buoni risultati sul digitale terrestre il minipacchetto formato da tre canali di cinema e fiction.

    La stessa Sky, non solo per il mercato italiano, ha ampliato la propria offerta, riducendo il costo d’ingresso alla piattaforma. Il risultato positivo è evidenziato dalle nuove sottoscrizioni e dagli ascolti che il canale di Rupert Murdoch continua a macinare.

    353

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàDigitale TerrestreMediasetpay-per-view