Di Padre in figlia, riassunto terza puntata 26 aprile 2017: cosa è successo?

La terza puntata della fiction di Rai1 'Di padre in figlia' andata in onda straordinariamente mercoledì 26 aprile, ha lasciato un po' di amaro in bocca ai telespettatori. Franca decisa a partire con Jeorge ancora una volta rinuncia al suo amore per stare vicino ai figli, soprattutto a Sofia travolta dai moti rivoluzionari degli anni '70. Maria Teresa dopo la rottura definitiva con il padre ha deciso di andare a lavorare per i Sartori, questo ha riacceso il suo amore per Riccardo. Elena intanto sempre più insoddisfatta della sua vita scappa a Milano dove inizia una carriera da fotomodella. Antonio è sempre più schiacciato dalle aspettative del padre.

da , il

    Di Padre in figlia, riassunto terza puntata 26 aprile 2017: cosa è successo?

    Cos’è successo nella terza puntata della fiction ‘Di padre in figlia’ trasmessa mercoledì 26 aprile 2017? Il riassunto di quello che è successo su Rai 1 a partire dalle ore 21,10 riguarda in particolare quanto accaduto alla famiglia Franza negli anni ’80, ovvero un allontanamento irreparabile tra il patriarca Giovanni e i suoi figli. Cosa è successo ai protagonisti della serie tv diretta da Riccardo Milani?

    Il riassunto della terza puntata di ‘Di padre in figlia’ riguarda ciò che abbiamo visto mercoledì 26 aprile 2017 sugli schermi del primo canale. Molti fatti hanno movimentato la vita dei Franza, che si ritrovano più divisi che mai. Maria Teresa ha portato avanti il proprio lavoro con i Sartori, Elena ha lasciato il marito e le figlie per fare la modella, mentre Sofia è scappata di casa. Antonio, infine, per compiacere il padre, ha compiuto un gesto irreparabile…

    Di padre in figlia: il riassunto della terza puntata di mercoledì 26 aprile 2017

    Franca indossa il foulard che le ha regalato Jeorge per farli capire che vorrebbe andare in Brasile. Però, quando Giovanni decide di mandare Sofia in collegio dalle suore per punirla a causa del suo comportamento ribelle, sceglie di rimanere accanto alla famiglia. Maria Teresa torna Bassano e inizia a lavorare per i Sartori, nel frattempo Riccardo si sposa con Laura. Giuseppe invece decide di lasciare Padova e tornare in Puglia. Pina partecipa al Rischiatutto e torna a Bassano dopo essersi aggiudicata una grossa vincita. Nello stesso periodo Sofia scappa dal collegio.

    Sei anni dopo, nel 1980, i Franza si preparano a un lancio pubblicitario e chiamano un fotografo da Milano. Intanto Maria Teresa e Riccardo passano molto tempo insieme al lavoro. Sofia va a trovare la sorella prima di andarsene di nuovo e rubare dei soldi alla madre. Elena invece posa come modella per Fabrizio e va da lui a Milano. Filippo fa avvicinare Antonio alla cocaina e gli presenta Mancuso, un distributore che gli propone un’idea per ampliare l’azienda. Il giovane Franza comincia ad importunare la sua segretaria e la invita ad andare con loro alla fiera dell’Enologia a Bologna. Sul posto i Franza e i Sartori, sono vicini di padiglione. Tra Maria Teresa e Riccardo sta per succedere qualcosa ma il telefono interrompe la magia momento. Giovanni obbliga Antonio ad andare dalla sorella a chiederle se hanno concluso l’affare con gli inglesi e i due cominciano a litigare. Tornato in camera, Antonio si rifugia nella cocaina e cerca di importunare la segretaria nella sua camera: lei lo rifiuta, Giovanni li sente e interviene per mandare via il figlio.

    Intanto Elena lascia le figlie con il padre e torna a Milano a fare la modella: Filippo la va a prendere in studio ma lei decide di restare. Giovanni e Franca nel frattempo si occupano delle nipoti e mentono con tutti su dove sia la figlia. Laura segue Maria Teresa ed è contenta quando la vede con Giuseppe, che nel frattempo la raggiunge dal Sud. Poi chiede chiarimenti al marito e tra i due scoppia una discussione. Giuseppe preferisce andarsene per permettere a Maria Teresa di chiarirsi le idee. Poi, in piazza a Bassano appare una foto pubblicitaria di Elena in abiti succinti e Giovanni si infuria. Intanto a Milano, Elena va a trovare Pina nel suo nuovo negozio in via della Spiga e le chiede consiglio. Poi la ragazza trova Sofia in una comune e la porta a casa sua.

    In distilleria Antonio mente al padre sull’ordine degli inglesi che non è andato in porto: gli dice che hanno acquistato dieci mila bottiglie ma in realtà non hanno comprato nulla. Il ragazzo quindi contatta Mancuso per gestire l’affare diversamente ma il cognato lo avverte di non fidarsi. Filippo decide anche di andare ad un incontro per alcolisti anonimi e di organizzarsi per prendersi cura delle figlie. Gli inglesi optano per la grappa dei Sartori e invitare Maria Teresa a lavorare per loro a Londra: la ragazza è tentata di partire ma Riccardo le dice che non può stare senza di lei. Antonio va dalla segretaria Nadia appena scopre che si è licenziata ma lei lo manda via. La guardia di finanza scopre il carico illecito fatto partire dal ragazzo e mette i sigilli alla fabbrica: le accuse a carico dei Franza sono di falsa esportazione e vendita di contrabbando. L’avvocato consiglia, per evitare una condanna penale, di dimostrare che quando Antonio ha firmato le bolle per l’esportazione era incapace di intendere e di volere per uso di cocaina. Giovanni ripudia il figlio e gli ordina di andarsene, poi sale in macchina. Dalla fabbrica si sente provenire uno sparo. La terza puntata di ‘Di padre in figlia’ termina qui.

    Di Padre In Figlia, cast